Prima l’inseguimento, poi le botte e la rapina. Scontro violento tra una coppia di albanesi e due ventenni davanti a una discoteca

Lunedì 21 Marzo 2022 di Luigi Benelli
Prima l inseguimento, poi le botte e la rapina. Scontro violento tra una coppia di albanesi e due ventenni davanti a una discoteca

PESARO - La lite in discoteca, l’inseguimento, le botte e la rapina. Un assalto che avrebbe visto anche l’utilizzo di un cric per colpire i rivali. Il fatto è venuto nella notte di sabato ed è iniziato all’esterno della discoteca Baia Imperiale di Gabicce Monte. Qui due ragazzi italiani di 20 anni sono venuti a contatto con due giovani stranieri, probabilmente albanesi. 

 
La dinamica
Le notizie sono ancora molto scarne ma per quanto è possibile sapere i toni si sono accesi e c’è stata una piccola iniziale colluttazione. Poi i ragazzi italiani hanno preferito andarsene in macchina in direzione di Gabicce. Ma la i due giovani stranieri non avevano messo affatto un punto sulla questione così sono montati in macchina e hanno iniziato a inseguire i rivali. Una volta raggiunti, i ragazzi stranieri hanno affiancato gli altri e li hanno costretti ad accostare. Qui è iniziata una rissa in piena regola perché i quattro sono venuti alle mani e se le sarebbero date di santa ragione. In particolare gli stranieri avrebbero utilizzato anche il cric dell’auto e dei coltelli. 
Dopo lo scontro gli stranieri hanno rapinato i giovani italiani di cellulari e portafogli. Non è chiaro se i protagonisti siano stati sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti. Le vittime sono salite nuovamente in auto e ci sono dirette all’ospedale di Rimini dove hanno ricevuto le cure del caso. I medici hanno riscontrato contusioni, ecchimosi ma anche ferite di arma da taglio.
I giovani non hanno voluto raccontare quanto fosse successo ma i medici hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine. Sul caso stanno lavorando i carabinieri di Gabicce che avranno il compito di scavare in quella serata e capire come le due coppie di amici siano arrivate a contatto e per quali motivi sia scattato lo scontro. Non è ancora dato sapere le età di tutti protagonisti e dove risiedano. È certo che verranno ascoltati per stringere il cerchio sugli aggressori. Potrebbero essere acquisiste anche le immagini di videosorveglianza della zona. I ragazzi sono tornati a casa malconci e depredati dei loro averi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© RIPRODUZIONE RISERVATA