LA DIDATTICA
PESARO Scuole, si riparte. Dopo tre mesi le superiori riaprono alle

Lunedì 25 Gennaio 2021
LA DIDATTICA
PESARO Scuole, si riparte. Dopo tre mesi le superiori riaprono alle lezioni in presenza per il momento fifty fifty: il 50% degli studenti sarà in classe, l'altra metà proseguirà nella didattica a distanza. Il provvedimento riguarda circa 8500 soltanto a Pesaro spalmati su sette poli. I timori si concentrano soprattutto all'ingresso e all'uscita dove aumenta il rischio assembramento. Per questo ci sarà, almeno per le prime due settimane un presidio fisso della polizia locale, coadiuvata dalla protezione civile, per vigilare sui ragazzi nei punti caldi in corrispondenza delle fermate dei bus che la stessa Adriabus ha potenziato insieme al parco mezzi con 22 pullman (capienza 50%) in più. Il piano di sicurezza è stato al centro dell'ultimo tavolo di confronto del Comitato di Ordine e Sicurezza in Prefettura. A vigilare ci saranno dieci agenti della polizia locale, che a rotazione saranno impegnati nel controllo all'ingresso e all'uscita dai plessi e a supporto ci saranno anche otto volontari di Protezione civile.
Le linee
Fra le linee implementate ci sono i bus della circolare, in direzione Pesaro-Urbino, ed ancora la linea 99 Pesaro-Fano le linee da e per la Romagna 130-131, e infine le linee che vengono garantite dai bus privati delle società consorziate come Bucci, Salvadori e Vitali di collegamento con Marotta e l'entroterra fino a Urbania e Fossombrone. Sono oltre una decina le fermate aggiuntive annunciate dal direttore Adriabus Massimo Benedetti. «Sono state indicate nel piano predisposto anticipa Benedetti anche quelle fasce orarie più sensibili per l'afflusso in contemporanea, dove abbiamo ricevuto segnalazioni o sono state riscontrare alcune criticità». Tradotto significa che uno studente che per esempio frequenta il polo Mamiani suddiviso fra centro e mare, si troverà tre fermate dove a partire dalle 12,30 fino alle 14.10 potrà scegliere per il ritorno più autobus, fra bus di linea e bis scolastici, in direzione nord oppure la coincidenza per i collegamenti verso l'hinterland con anulare e circolare oltre alla linea potenziata Pesaro-Cattolica. Stessa modalità con fermate diversificate in funzione anti assembramento anche al Campus, con tre fermate aggiuntive in via D'Arezzo, al parcheggio di via Goito e su via Nanterre, tutte con doppia direzione Pesaro e Urbino ed entroterra.
Il vademecum
«Per tutti gli studenti, Adriabus ha pensato a un vademecum per un corretto comportamento nel rispetto delle regole anti Covid, con l'invito a sedersi solo nei posti segnati e consentiti, oltre alla mascherina sempre obbligatoria. Garantita una sanificazione dopo ogni giornata di utilizzo dei bus e dei mezzi bis, in deposito». A vigilare oggi come primo giorno anche il dirigente scolastico regionale Marco Filisetti insieme all'omologo provinciale Marcella Tinazzi. «Ci ritroveremo, poco prima dell'uscita dei ragazzi, al Campus spiega Filisetti - in una giornata così importante per la ripresa della didattica in presenza, intendiamo verificare di persona come gli stessi ragazzi rispondono alle nuove regole e all'azione di sensibilizzazione e controllo all'uscita dai plessi».
L'appello
Corale è l'appello di tutti i dirigenti scolastici. «Noi abbiamo messo tutto l'impegno per far trovare ai ragazzi in presenza, aule più adeguate o spaziose commentano Riccardo Rossini, Anna Gennari, Donatella Giuliani , Roberto Lisotti, Serena Perugini, Anna Marinai e Roberto Franca, dirigenti del liceo scientifico Marconi, del tecnico Bramante-Genga, dell'agrario Cecchi, del polo Mamiani , dell'artistico Mengaroni, fino ai professionali Benelli e Santa Marta ora ci aspettiamo correttezza e collaborazione».
Letizia Francesconi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA