LA DIDATTICA
PESARO Ritorno a scuola. In una mattinata fredda e sotto il nevischio

Giovedì 8 Aprile 2021
LA DIDATTICA
PESARO Ritorno a scuola. In una mattinata fredda e sotto il nevischio il colpo d'occhio di una quasi normalità lo si vede subito dal piazzale del Campus con scooter e auto parcheggiate, sotto il porticato che collega il liceo Marconi al Bramante Genga, l'istantanea è quella dei ragazzi, che nell'intervallo si ritrovano, tutti con la mascherina, finalmente per rivedersi in presenza. La scuola riparte ma non senza i vecchi nodi che i dirigenti scolastici si troveranno di nuovo ad affrontare. Il timore di nuove positività e classi da isolare, resta dietro l'angolo, come riferisce la vicepreside dell'agrario Chiara Fiorucci. All'agrario Cecchi sono tornate in presenza 27 classi su 50 totali.
Timori
«Dopo tre settimane di stop, dove i contatti fra scuola e famiglie si erano quasi annullati commenta la vicepreside da subito sono arrivate alla segreteria le telefonate di alcuni genitori per informare sull'assenza dei propri figli perché positivi o ancora in quarantena. Aspettiamo di capire la prossima settimana come andrà il rientro progressivo anche dell'altra metà di classi, e numeri più strutturati su altre eventuali positività. Dalla prima alla quinta, due i casi appena comunicati di studenti positivi e altri tre alunni ancora in quarantena per le classi tornate in presenza. Il nostro plesso è pronto a seguire le regole di sempre, e tutti attendiamo lo screening rapido organizzato dall'Amministrazione comunale che resta l'unica arma per tenere sotto controllo ragazzi e personale docente». Allo scientifico Marconi i rappresentanti di classe Maria Virginia Ridolfi e Alex Gennari raccontano le migliorie che nel frattempo sono state apportate fra didattica in presenza e a distanza, con un occhio sempre vigile nel raccogliere le segnalazioni fra gli studenti pendolari sul trasporto scolastico. «Un ritorno in classe già visto più volte e in pochi mesi racconta Maria Virginia ma siamo fiduciosi. Siamo riusciti a risolvere nel frattempo diversi problemi, grazie all'aiuto dei docenti e del preside. Per esempio consentire alla metà degli studenti da casa di seguire in modo ottimale aggiungendo microfoni in più oltre a webcam digitali posizionate sulla lavagna per fare lezione in modalità sincrona e con miglioramento della didattica a distanza soprattutto per le materie tecniche e scientifiche».
L'annuncio
Mentre il preside Riccardo Rossini sta completando la visita nelle classi arriva la telefonata dell'assessore ai Servizi Educativi, Giuliana Ceccarelli per comunicare le date dello screening rapido: 13 e 20 aprile in due turni per tutte le superiori, per il primo gruppo di studenti in presenza al Marconi sarà invece il 14 aprile. Nella prima giornata toccherà ai plessi Bramante-Genga e Mamiani mentre il 20 oltre al secondo turno dei ragazzi in presenza, saranno chiamati anche Mengaroni, Cecchi, Santa Marta e Benelli.
Le regole
Al tecnico economico Bramante Genga, grazie all'organico docenti Covid, annuncia la preside Anna Gennari, si riuscirà dalla prossima settimana con il piano di rientro definito, a sdoppiare 5 classi e altre classi più numerose fino a 31 alunni, verranno sistemate a rotazione in aula Magna aula di fisica e aula multimediale con spazi più adeguati. «A tutti i ragazzi è stata raccomandato un uso corretto e responsabile dei mezzi di trasporto: mai abbassare la guardia all'uscita da scuola. Mascherina sul bus e prima di toccare superfici o indumenti e oggetti personali, alla discesa dal mezzo, è sempre bene sanificarsi le mani. Fra le regole introdotte, nell'intervallo chi consuma lo spuntino deve farlo seduto al proprio banco e non lungo i corridoi, mentre chi esce dalla classe mascherina sempre indossata ma con un'attenzione particolare a non formare gruppetti con alunni di altre classi».
Letizia Francesconi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA