G-day delle incognite e prenotare i tamponi è una caccia al tesoro

Venerdì 15 Ottobre 2021

LA GIORNATA
PESARO E' il G-day, il Green pass day che porta con sè molte incognite e una certezza: sarà una lunga giornata tra verifiche, controlli e aggiustamenti. Le incognite sono racchiuse tutte su come reagirà alla prova del certificato da mostrare, il mondo del lavoro. Un mese fa la scuola aveva retto bene, con qualche disagio iniziale rientrato, ma ora la platea si è notevolmente ampliata. Il settore pubblico, quello degli enti locali (il Comune per esempio) parrebbe essere quello con meno risvolti preoccupanti, anche se ha di fronte 5 giorni di sciopero indetto dalla Fisi, Federazione Italiana Sindacati, con alcuni servizi educativi, tra nidi e materne, che subiranno ripercussioni con bolle o strutture chiuse, o senza refezione.
I settori
Anche il servizio di trasporto pubblico di Adriabus, che pur garantirà i tragitti scuola e lavoro nelle ore di punta, ha dovuto presentare un piano con corse ridotte da oggi a domenica, per supplire a chi non si presenterà al lavoro. Per non parlare del fronte della sicurezza: la guardia resta alta e il cordone di forze dell'ordine si presenta massiccio per evitare degenerazioni. L'annunciato presidio no pass intanto ha cambiato piazza e oggi sarà dalle 9 in piazzale Lazzarini più contenuta e facile da sorvegliare rispetto a piazza del Popolo. Vigilanza discreta alle sedi sindacali, in primis Cgil, e antenne dritte anche sul mondo delle aziende. Si temono ritardi, contrattempi, mancate consegne (i settori dell'autotrasporto e della logistica sono monitoratissimi)e anche rischi di tensione in alcune categorie. L'altra certezza è quella del boom, abbastanza telefonato ormai da giorni, delle richieste di tamponi con effetto imbuto sulle farmacie con prenotazioni, se va bene, minimo fino al 20 ottobre (ma diverse hanno già coperto tutto novembre e qualcuna anche dicembre). Oggi però è lo stress test il punto di caduta del sistema organizzativo e si dovrà vedere se regge all'onda d'urto o se avrà bisogno di aggiustamenti.
Gli aggiustamenti
Sono 72 le farmacie aderenti al servizio in provincia. Tamponi a prezzi agevolati in ogni farmacia comunale, grazie alla convenzione che prevede un forfait di 5 tamponi a 60 euro (il prezzo calmierato è 15 euro per gli adulti). Nelle private associate Federfarma invece, dove possibile si allungano le fasce orarie, aprendo prima o chiudendo dopo. In aiuto alla rete delle farmacie comunali è attivo anche l'hub collegato alla rinnovata comunale di via Andrea Costa appositamente dedicato ai test antigenici. L'hub: «Cinque sono gli addetti incaricati che Aspes è riuscita a reclutare per tre postazioni disponibili al centro hub di via Costa conferma Luca Pieri, presidente Aspes e vice presidente Assofarm . Si tratta di un punto aggiuntivo, in un apposito locale e a supporto. Le comunali stanno rispondendo a pieno regime, e su tutti un dato: da oggi a fine mese solo in via Andrea Costa raggiungeremo i 2500 tamponi».
Numero unico
Numero unico di prenotazione 0721.372473 e orario continuato dalle 8 alle 20, ma il lunedì si comincerà alle 7 per venire incontro a chi deve andare al lavoro e alla domenica orario spezzato 9/13 e 15/19. Gli orari potranno però essere ulteriormente rivisti (con possibilità di ampliamento) in base alle esigenze che emergeranno. Le comunali di Villa Fastiggi, Villa San Martino, Soria e viale Fiume sono in questo momento le farmacie con il maggior numero di richieste da soddisfare. «Aspes è riuscita a impiegare alcuni operatori in più prosegue Pieri ma resta più difficile per le farmacie private trovare il personale di supporto». Alla farmacia Antonioli di piazzale Lazzarini, fra telefonate e appuntamenti è un vero e proprio tour de force.
La disponibilità
«Sulla possibilità di anticipare l'apertura o allungare l'orario, ogni farmacia si organizza in base ai propri spazi, numero di prenotazioni e personale disponibile riferisce Stefano Golinelli per Federfarma Marche la Antonioli per esempio anticipa l'orario intorno alle 7.30 ma al momento per la domenica riteniamo sufficienti per rispondere al servizio, le farmacie già di turno, anche perché ci aspettiamo che il vero boom di tamponi sarà concentrato nelle giornate del lunedì e del giovedì. Siamo già al completo con gli appuntamenti per lunedì fin dal primo mattino. Un centinaio sono i prenotati alla nostra farmacia per tutta la giornata di oggi». Alla comunale di Soria invece, da ieri non è stato più possibile prenotare un tampone per il weekend, e la farmacista di turno rimandava al numero unico dell'hub di via Costa altrimenti a Soria per il primo posto libero si deve aspettare mercoledì 20 ottobre.
Letizia Francesconi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA