Demolizione della media Alighieri: restano solo auditorium e palestra

Mercoledì 5 Agosto 2020
I CANTIERI
PESARO Si avvicina la demolizione della scuola media Dante Alighieri, affidato l'ultimo incarico per completare progettazione e bando di gara. Manutenzione delle scuole, via libera al mezzo milione di lavoro, ora è corsa contro il tempo per intervenire prima che suoni la campanella.
L'incarico
Se la nuova scuola di via Lamarmora è ormai alle battute finali, tra collaudi, trasferimenti e nuovi arredi, e l'inaugurazione è prevista per l'inizio dell'anno scolastico a settembre, ora entra nel vivo l'operazione della nuova scuola media Dante Alighieri, nel quartiere di Soria. L'amministrazione comunale ha da poco proceduto all'affidamento di un incarico professionale per attività tecnico-amministrative di supporto al Rup relativamente alla progettazione definitiva ed esecutiva e predisposizione gara d'appalto dei lavori di ristrutturazione della scuola Dante Alighieri, attraverso demolizione e ricostruzione del corpo aule e laboratori. Completata la progettazione, si procederà quindi all'appalto, che secondo i tempi indicati dall'amministrazione dovrebbe avvenire nei mesi autunnali. Due terzi dell'investimento sarà coperto da un finanziamento della Regione Marche per 4,3 milioni di euro, e la differenza arriverà dal Comune con 2,250 milioni di euro. Il consiglio comunale ha approvato l'accensione di un mutuo per la parte di competenza del Comune, puntando a recuperarne una parte con i fondi Gse. Palestra e auditorium non verranno interessati dai lavori, in quanto già ristrutturati, per il resto verrà tutto rifatto ex novo e ci sarà anche un accorpamento con gli studenti della vicina scuola Mascarucci.
I progetti
Intanto, ieri mattina la giunta ha definito i progetti degli interventi di manutenzione agli edifici scolastici con i 520 mila euro stanziati nella variazione del Piano triennale delle Opere, approvato di recente dall'assise comunale. «Con il via libera di questa delibera - spiega l'assessore alla Manutenzione Enzo Belloni - possiamo procedere con le fasi di affidamento degli interventi. L'obiettivo è quello di far lavorare più ditte possibile, sono previsti 30 interventi di varia natura ed entità, questo oltre ad essere un intervento per la messa in sicurezza degli edifico rispetto alle problematiche del Covid, è anche denaro che viene messo in circolo per l'economia e le ditte, che dovranno dare risposte celeri perchè abbiamo l'esigenza di essere pronti per l'inizio dell'anno scolastico». Sono arrivati i fondi regionali per l'efficientamento energetico nelle scuole elementare e materna di via Leoncavallo. Nel complesso, 800 mila euro, suddivisi un due capitoli da 500 e 300 mila euro. Interventi in programma nei prossimi mesi, servirà una piccola integrazione con le risorse comunali.
Gli spazi
Tornando alla scuola di via Lamarmora, verranno attivate 12 aule su 16, dovuto al calo di iscrizioni, e secondo quanto fanno sapere dal Comune, gli spazi in cui studieranno gli studenti saranno a prova di covid, in linea con le indicazioni ministeriali. Il Comune non escludeva di contare su 3 milioni di euro di finanziamento Inail, attraverso la formula del canone del 3% dell'investimento, anche se l'assessore fa sapere che si potrebbero ricercare fonti di finanziamento più agevoli. L'indirizzo è quello di una nuova elementare sempre in via Lamarmora, demolendo la Manzi e realizzando una struttura ex novo.
Thomas Delbianco
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA