Riqualificazione di via Cairoli prima di Natale

Mercoledì 28 Ottobre 2015

Ascoli
Accelerazione dei tempi, nel cantiere dell'area nord del centro storico, per riuscire a completare la riqualificazione di via Cairoli prima delle festività natalizie. L'obiettivo dell'Amministrazione comunale è quello di riuscire a rendere fruibile ai pedoni, nonostante il cantiere, tutta quella zona che collega piazza Ventidio Basso fino a piazza del Popolo. In questa fase, rispetto al primo stralcio, si sta procedendo in maniera decisamente più spedita, considerando che proprio all'inizio dei lavori, in via Vidacilio, i tempi sono stati decisamente più lunghi del previsto. L'Arengo, poi, ha seguito da vicino il cantiere - anche con alcuni sopralluoghi di tecnici e dell'assessore Tega - sollecitando una decisa accelerazione per non lasciare praticamente "paralizzata" da scavi e transenne tutta quella zona a nord del centro cittadino. Se su via Vidacilio, dunque, si è dovuto attendere più del previsto, su via Cairoli, invece, si stanno forzando i tempi e la riapertura ai pedoni di tutta la via prima di Natale appare sicuramente un obiettivo raggiungibile. A quel punto, poi, i lavori saranno sospesi per tutto il periodo delle festività per poi riprendere direttamente dall'inizio del 2016 con l'ultimo tratto: quello di via Ceci. Ovviamente, anche in questo caso si procederà con il posizionamento di lastre di arenaria, in linea con la pavimentazione ormai utilizzata in tutte le zone riqualificate del centro storico. E per quel che riguarda una previsione realistica della conclusione dei lavori, con la restituzione di tutta l'area ai cittadini, si ipotizza il periodo di maggio 2016. Quindi per la nuova stagione turistica. Quel che è ormai certo è che tutta la zona resterà comunque a traffico limitato, ovvero accessibile solo per i residenti delle vie interessate dalla riqualificazione, con l'unica eccezione di via Vidacilio che, contrariamente alle ipotesi iniziali, diventerà a tutti gli effetti un'isola pedonale, con l'unica eccezione relativa all'accesso che sarà consentito agli otto possessori di garage lungo la via che potranno fruirne transitando da corso Trento e Trieste.
© RIPRODUZIONE RISERVATA