Sisma, c’è il superbonus al 165% per la riqualificazione delle case e altri 20 milioni per le scuole

Domenica 4 Ottobre 2020 di Maria Teresa Bianciardi
Sisma, c’è il superbonus al 165% per la riqualificazione delle case e altri 20 milioni per le scuole

ANCONA Terminati i lavori della commissione Bilancio del Senato sul Decreto Agosto, che prevede una serie di importanti novità anche per le Marche devastate nel 2016 dal terremoto. Per i Comuni del cratere il superbonus fiscale del 110% per la riqualificazione sismica ed ecologica è aumentati del 55% in alternativa al contributo per la ricostruzione. Incentivo fruibile per tutte le spese necessarie al ripristino dei fabbricati, compresi le case diverse dalla prima abitazione. Sono invece esclusi gli immobili destinati alle attività produttive. Ecco chi  può usufruirne e per che cosa.



 
Le agevolazioni
Lo stesso emendamento stabilisce ancora che per i soli comuni del cratere dei terremoti del 2016 e 2017, il superbonus valga per la parte eccedente il contributo per la ricostruzione. Inoltre sono stati previsti ulteriori 20 milioni per la messa in sicurezza sismica delle scuole nei comuni del cratere dei terremoti del 2016 e 2017 nel Centro Italia (Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria). Le somme, 10 milioni per 2020 e altrettanti per il 2021, incrementano l’apposito fondo istituito nel 2017. Soddisfatta la senatrice fanese del Movimento 5 Stelle Rossella Accoto, della commissione Bilancio. «In nottata abbiamo terminato i lavori - spiega la parlamentare marchigiana - e lunedì il testo sarà in Aula per l’approvazione. È stato un lavoro lungo e meticoloso su un provvedimento necessario per supportare i lavoratori e rilanciare importanti settori produttivi».


Le modifiche apportate
Spiega ancora la senatrice: «Negli emendamenti approvati abbiamo ottimizzato la norma del superbonus rendendolo più accessibile e al contempo sono state prorogate le scadenze fiscali per partite Iva, commercianti, artigiani ed imprese. È stato confermato lo stop al pagamento della Tosap per gli ambulanti dopo che il testo originale lo aveva già sospeso per bar e ristoranti: supportiamo così la ripresa dell’occupazione dando la possibilità di assumere con contratto a tempo determinato oltre il limite di 24 mesi prorogando per 12 mesi lo stesso. Questo si potrà fare per due volte ed entro dicembre 2021». Ma il Dna del Movimento è un’anima green: «Per questo d’ora in poi si potranno produrre bottiglie con plastica riciclata al 100%. Questo testo è un grande traguardo, testimonianza dell’unità della maggioranza tesa a risolvere al più presto questa crisi», ha concluso la Accolto. 


Il futuro dei B&B
Il Dl Agosto prevede anche una misura denominata “salva centri storici”, particolarmente importante per la realtà turistica marchigiana e dei suoi borghi. Prevede infatti che chi affitta più di 4 case verrà trattato fiscalmente come un’impresa. Plaude il ministro dei Beni culturali e Turismo Dario Franceschini, che definisce «molto positiva l’approvazione della norma che riporta i B&B allo spirito per cui sono nati, cioè ospitare le persone offrendo l’esperienza di vivere in una casa italiana. Gli affitti brevi hanno portato nel nostro Paese un tipo di turismo molto interessante, a cui l’Italia oggi non può certo rinunciare, ma è giusto regolamentarlo anche per evitare che i centri storici si svuotino dei loro abitanti».


I ristoratori
È stata ampliata anche la platea dei soggetti beneficiari del bonus ristoratori: il contributo a fondo perduto viene esteso anche alle attività di ristorazione con somministrazione, alle mense e alle imprese che svolgono catering continuativo su base contrattuale, con uno stanziamento complessivo di 600 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA