La variante Delta corre nelle Marche: oltre 30 casi. Ecco le province dove la mutazione ha colpito di più

Sabato 10 Luglio 2021 di Maria Teresa Bianciardi
La variante Delta corre nelle Marche: oltre 30 casi. Ecco le province dove la mutazione ha colpito di più

ANCONA La circolazione della variante Delta è in aumento in Italia come nelle Marche. Negli oltre 30 casi sequenziati dal laboratorio di virologia di Torrette è stata riscontrata la mutazione che in queste settimane fa paura, tanto da indurre Pfizer a ipotizzare una terza dose di vaccino per proteggere gli immunizzati dall’indiana.

Covid Marche, il virus ora contagia i giovani: il 55% dei positivi è under 24. L'effetto dei vaccini, i dati di ricoveri e decessi

 

La variante Delta è stata riscontrata in tutte le province marchigiane, soprattutto in quelle più a sud e con meno incidenza nel Pesarese: una situazione che è stata determinata da alcuni focolai Covid e con la scoperta, nelle scorse ore, di due turisti stranieri positivi proprio a questa mutazione. 


Gli esperti
«Questa variante - si legge nel dossier settimanale della cabina di regia - sta portando ad un aumento dei casi in altri Paesi con alta copertura vaccinale, pertanto è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi. È necessari inoltre o raggiungere una elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenute da varianti emergenti con maggior trasmissibilità. Sulla base dei dati e delle previsioni, della presenza di focolai causati dalla variante virale delta in Italia e delle attuali coperture vaccinali, è opportuno mantenere elevata l’attenzione, così come applicare e rispettare le misure necessarie per evitare un aumento della circolazione virale». 


Gli ultimi casi 
Nell’ultima giornata sono stati segnalati nelle Marche 19 casi di positività al coronavirus: 12 in provincia di Ascoli Piceno (a San Benedetto del Tronto era emerso un cluster con almeno 60 contagiati dopo una festa in uno stabilimento balneare il 24 giugno scorso ), 3 ad Ancona, 1 rispettivamente in quelle di Macerata, Pesaro Urbino e Fermo e un caso da fuori regionale. I sintomatici sono quattro. Tra i casi, contatti in setting domestico (7), contatti stretti di casi positivi (8). 


La situazione
Negli ospedali della regione si registra un ricoverato in meno per Covid-19 nelle Marche (10) e nessun decesso: sono state 3.038 le vittime dall’inizio della pandemia. I degenti in Terapia intensiva restano due ma non ci sono persone in Semintensiva, mentre i ricoverati in reparti non intensivi scendono a otto (-1). Nessun dimesso nell’ultima giornata. I positivi in isolamento domiciliare scendono a 1.274 (-6) e le quarantene per contatto con positivi sono 1.563 (+58). Gli ospiti di strutture territoriali sono 16 (-16) e i pronto soccorso restano Covid-free. Nella situazione epidemiologica attuale arriva l’appello alla cautela del ministro Speranza per la finale degli Europei di domani: «Tifiamo Italia ma attenzione, va usata la mascherina in ogni situazione, anche all’aperto, in cui c’è il rischio di assembramenti e di non tenere almeno un metro di distanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA