Marche, nessuna corsa alla terza dose. Oggi scattano le prenotazioni per gli over 60 vaccinati da 6 mesi

Sabato 16 Ottobre 2021 di Martina Marinangeli
Marche, nessuna corsa alla terza dose. Oggi scattano le prenotazioni per gli over 60 vaccinati da 6 mesi

ANCONA - Nessuna corsa alla terza dose. Oggi si aprono gli slot delle prenotazioni per gli over 60, ma le premesse non sono delle migliori. Per la fascia degli ultraottantenni, infatti, l’avvio è stato il 4 ottobre e, ad oggi, non si è registrata un’impennata nelle richieste della dose booster. Cosa che fa temere lo stesso flop anche negli altri target. 

 


Il target
Nelle Marche le persone con età compresa tra i 60 e i 79 che hanno già completato il ciclo vaccinale sono circa 317 mila, di cui 53 mila da oltre 6 mesi, ed è a questo segmento che è rivolto l’appello alla prenotazione possibile da oggi. Al momento, tra soggetti estremamente vulnerabili, ospiti e personale delle Rsa e grandi anziani, sono state somministrate circa 9mila terze dosi, di cui 2400 nella provincia di Ancona, 2135 in quella di Pesaro, 1727 nel Maceratese, 1568 nell’Ascolano e 1115 nella provincia di Fermo. 


La copertura
L’efficacia della copertura vaccinale è intanto testimoniata dai bollettini quotidiani del servizio Salute che rimandano ad una situazione molto meno di grave di quella verificatasi nell’ottobre 2020, quando partì la seconda ondata. Ieri c’è stato un lievissimo rimbalzo sul dato del tasso cumulativo d’incidenza – passato a 28,04 casi ogni 100mila abitanti dal 26,17 del giorno precedente -, ma nel complesso l’andamento della pandemia restituisce un quadro di sostanziale stabilità, sia per quanto riguarda la circolazione del virus (ancora sotto controllo, nonostante l’avvio della scuola ed un allentamento delle misure restrittive), sia per la situazione dei ricoveri, invariati rispetto al giorno precedente. C’è però un’altra vittima: una donna di 81 anni, residente a Chiaravalle, deceduta agli Ospedali riuniti di Ancona. Al momento sono 54 i pazienti Covid in carico alle strutture ospedaliere regionali, di cui 13 in terapia intensiva.


La situazione sanitaria
Il carico più gravoso lo gestiscono le aziende ospedaliere di Torrette e di Marche Nord a Pesaro, con un totale di 22 degenti a testa (ma nella conta del nosocomio del capoluogo va aggiunta anche una paziente non intensiva nel reparto di Ostetricia). Pesano sui due diversi piatti della bilancia i cinque dimessi di ieri ed i tre pazienti in attesa di un posto letto nei pronto soccorso di Jesi (due) e Civitanova Marche (uno). Parimenti stabile è l’andamento del contagio, con 99 nuovi casi individuati nella giornata di ieri - su 1419 tamponi processati nel percorso diagnostico -, di cui 38 nella provincia di Ancona, 32 in quella di Pesaro, 19 nel Maceratese, quattro nel Fermano e sei da fuori Regione. Nessun nuovo positivo, invece, nella provincia di Ascoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 09:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA