Non risponde al telefono, Don Davide trovato morto in casa: è giallo

Martedì 4 Febbraio 2020
Don Davide Girardi di Longarone è stato trovato morto nella sua casa di Roma
«Carissimi, quando a metà mattinata è giunta l’inaspettata notizia dell’improvvisa morte di don Davide Girardi, siamo rimasti increduli e profondamente colpiti». È stato lo stesso vescovo, Renato Marangoni, con un messaggio dal sito della Chiesa Belluno-Feltre apparso, a comunicare la scomparsa di don Davide Girardi, 45 anni appena compiuti il 25 gennaio scorso. Il sacerdote bellunese, di Castellavazzo-Longarone, era impegnato a Frosinone, a servizio della “Nuovi Orizzonti”, un’associazione a sostegno di chi vive situazioni di grave difficoltà. È proprio lontano da casa, nel Lazio, che ha trovato la morte. La scoperta del corpo senza vita nel suo appartamento di Roma è avvenuta ieri mattina quando don Davide non rispondeva al telefono e sono scattati i soccorsi.

LEGGI ANCHE:

Volontario di 49 anni muore per spegnere un incendio: la tragedia sotto gli occhi di un collega

Seviziava e faceva prostituire la compagna incinta: la donna frustata con dei fili elettrici, romeno arrestato



L’INDAGINE 
Un malore improvviso? È l’ipotesi più probabile visto che don Davide è stato trovato a terra e nella sua casa di Roma non c’erano segni di effrazione. «Tutto è sembrato in ordine a chi è accorso»,ha sottolineato anche il vescovo. È comunque stata disposta l’autopsia per chiarire le cause della morte improvvisa in una persona così giovane. 

LA FAMIGLIA 
La notizia della morte di don Davide si è diffusa subito a Longarone-Castellavazzo, dove la famiglia è molto conosciuta. La sorella Ester Girardi ha rilevato la farmacia di famiglia, di via Roma, fondata dal padre Giovanni, anche lui farmacista.Papà e mamma, Giovanna Caberlotto, si sono subito messi in viaggio per Roma. Diciassette anni fa fecero lo stesso tragitto, ma quella volta era per un giorno di festa: l’ordinazione del figlio, avvenuta il primo novembre 2003 a Roma nella chiesa dei santi Fabiano e Venanzio a Roma. Da quel giorno don Davide è stato al servizio degli ultimi e dei giovani, come aveva sempre desiderato di fare.  

IL RICORDO 
«A mamma e papà, alla sorella con tutta la sua famiglia - ha scritto il vescovo Marangoni - assicuriamo l’affetto della fede in Cristo Gesù, che Davide ha seguito come discepolo e apostolo. Ho potuto sentirlo qualche giorno fa e ci eravamo incontrati a Roma nei primi giorni di gennaio. Mi era parso sereno ed era stato bello vederlo e sentirlo raccontare ciò che stava vivendo». «Era un ragazzo con carattere solare dedito agli altri - ricorda il sindaco di Longarone, Roberto Padrin -. L’opera che faceva alla “Nuovi orizzont” testimonia la forza di affrontare situazioni difficili, dal punto di vista umano. Porgo le condoglianze alla famiglia, conosciutissima in paese». Sono stati poi decine i messaggi di cordoglio da tutta Italia dopo l’annuncio della morte pubblicato sul profilo social della “Nuovi Orizzonti”. «Abbiamo appreso la notizia della morte improvvisa del nostro carissimo fratello don Davide Girardi. A Cittadella Cielo a Frosinone abbiamo celebrato la messa per lui e i suoi cari. Lo affidiamo alla preghiera di tutti stringendoci con affetto alla sua famiglia. Comunicheremo il luogo e l’orario dei funerali appena ne avremo notizia».  Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio, 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA