Lanciano petardi contro un cane che finisce investito: si indaga sulla morte di Musetta

Musetta, la cagnolona rimasta vittima dei petardi. (Immag diffusa da Il Crotonese)
Musetta, la cagnolona rimasta vittima dei petardi. (Immag diffusa da Il Crotonese)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Dicembre 2021, 20:15

Si chiamava Musetta e da almeno dieci anni era conosciuta e benvoluta da tutti nel centro storico di Crotone, in Calabria, dove viveva e dove era divenuta la compagna di vita della signora Antonietta, una anziana vedova. Così, quando lunedì scorso era uscita per la passeggiatina serale, nessuno si era preoccupato né tanto meno avrebbe potuto immaginare cosa sarebbe successo di lì a poco. Dopo qualche minuto, infatti, alcuni residenti l'avevano sentita abbaiare terrorizzata. Come se si fosse trovata in una situazione di pericolo e dovesse difendersi da qualcosa o da qualcuno. Quel continuo abbaiare si era presto mescolato con il frastuono di petardi esplosi da un gruppo di ragazzotti che, come sottolineato da Il Crotonese che ha diffuso la tenera immagine che proponiamo, "creano problemi nella zona".

A quel punto, preoccupati, alcuni abitanti della zona avevano iniziato a cercarla. Musetta, infatti, sembrava essere improvvisamente sparita. La ricerca, andata avanti per ore, non aveva dato alcun esito. Almeno fino al mattino dopo quando si sarebbe diffusa la notizia del tragico ritrovamento. La cagnolona era stata trovata sul lungomare. Investita da un'auto, nonostante il soccorso dell'automobilista che si era fermato subito dopo l'impatto, Musetta era morta. Quell'incidente però, aveva sollevato più di qualche dubbio. Quel cane era morto a seguito dell'investimento o per qualche altro motivo? Forse Musetta era finita in mezzo alla strada per sfuggire ai petardi? Le ipotesi, al vaglio degli inquirenti a seguito della denuncia di Enpa Crotone, non hanno ancora sciolto definitivamente i dubbi. Indiscrezioni citate dal quotidiano calabrese indicano che sul corpo martoriato della povera cagnetta sarebbero stati riscontrati segni e ferite riconducibili a petardi esplosi.

Così, mentre gli accertamenti sono in corso, il pensiero che Musetta possa essere stata oggetto della follia di qualcuno che l'aveva presa come si trattasse di un bersaglio, apre scenari tragici che raccontano di una violenza gratuita assurda che ha lasciato nella disperazione la povera vedova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA