​Adesca un 20enne e dice di essere
stata stuprata: temeva l'ira del compagno

Adesca un 20enne e dice
di essere stata stuprata
temeva l'ira del compagno
CASTELFRANCO - Ha raggiunto l'ospedale e qui ha raccontato di aver subito uno stupro da parte di un giovane che avrebbe abusato di lei, violentemente: a dimostrazione di ciò aveva mostrato alcune lievi ferite alle gambe. Fortunatamente quanto riferito non si è rivelata essere la verità: non c'era nessun violentatore ma solo una storia, totalmente inventata, per giustificarsi con il compagno. A finire nei guai una 50enne, residente nella Castellana, che è stata denunciata dai carabinieri per simulazione di reato. La donna, con precedenti alle spalle, aveva raccontato ai medici di essere stata rapinata e abusata da un uomo con cui si era appartata per consumare un rapporto sessuale a pagamento. L'episodio risalirebbe ai primi giorni di febbraio. Messa alle strette la donna ha ammesso quanto realmente accaduto. La 50enne avrebbe raccontato il falso per non incorrere nelle ire del compagno, un pregiudicato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Febbraio 2018, 11:17 - Ultimo aggiornamento: 16-02-2018 13:04

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO