Addio Pirani, grande cuore biancorosso: è stato arbitro e super tifoso dei leoncelli

Domenica 29 Maggio 2022 di Talita Frezzi
Addio Pirani, grande cuore biancorosso: è stato arbitro e super tifoso dei leoncelli

JESI -  Fascetta nera al braccio della Jesina Calcio che si trova a dover salutare uno dei suoi storici pilastri. Si è spento improvvisamente venerdì pomeriggio nella sua abitazione a Jesi Celeste Pirani, 71 anni, già arbitro nelle categorie dilettantistiche e al Centro Sportivo Italiani nei tornei amatoriali, ma soprattutto per molti anni addetto all’arbitro e dirigente insieme all’indimenticato Stefano Forconi, di cui era inseparabile amico e collaboratore.

 

Una grave perdita in casa leoncella, che trovava in Pirani anche un super-tifoso. Settantuno anni, ex dipendente del Consorzio Agrario provinciale di Jesi in pensione, dedicava il tempo alle sue passioni: il calcio e l’arbitraggio. Era uno di quelli che mettevano passione e cuore nello sport. Non si risparmiava e se c’era bisogno, oltre al tempo ci metteva denaro suo pur di far crescere la società leoncella, di garantire a tanti ragazzi la possibilità di crescere giocando a pallone. Tesserato Aia, Pirani ha arbitrato gare di categorie dilettantistiche poi, al Csi anche tornei amatoriali, estivi e amichevoli. Bastava stare in campo. E sebbene da qualche tempo non lo si vedeva più allo stadio Carotti, era sempre sul pezzo quanto a risultati, partite, vittorie e news leoncelle, delle quali si interessava costantemente chiamando dirigenti e giocatori. Era stato uno dei “ciceroni” alla mostra celebrativa per il compleanno della Jesina nel 2017 a Palazzo dei Convegni.
Toccante il ricordo dell’Associazione Aia Jesi: «Pirani era un ex arbitro della sezione di Jesi e successivamente dirigente della società calcistica Jesina svolgendo per anni il ruolo dell’addetto all’arbitro. La sezione di Jesi lo ricorda come un grande uomo di sport, sempre attento alle vicissitudini di noi arbitri: un signore, che non era più tesserato AIA ma che arbitro dentro lo è sempre rimasto», scrive il presidente Massimiliano Rossi insieme al Consiglio di Sezione e tutti gli associati jesini. La camera ardente è stata allestita alla Casa funeraria David-Icof di via Salvemini, i funerali saranno celebrati domani, alle 11 nella chiesa di San Sebastiano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA