Anche Botezat sbarca alla Megabox: «Qui si vogliono fare le cose molto sul serio»

Venerdì 18 Giugno 2021
La centrale Alexandra Botezat, arrivata dalla Millennium Brescia

VALLEFOGLIA - La Megabox Vallefoglia accoglie tra le sue fila Alexandra Botezat, centrale di 1.96 nata a Braila (Romania) il 3 agosto 1998, ma di nazionalità italiana. Nel nostro paese sin dal 2004, Alexandra muove i primi passi nelle giovanili del Giorgione, squadra di Castelfranco Veneto, dove risiede. Nel 2013/14 gioca in B1 con il Bruel Bassano, per poi passare al Club Italia, in A2, dove resterà tre stagioni, facendo l’esordio in A1 nel 2015. Nel campionato 2017/18 si trasferisce alla Unet E-Work Busto Arsizio, in A1, dove gioca due campionati e nella seconda stagione la squadra conquista la Coppa Cev. Nel 2019/20 passa all’Imoco Conegliano, con cui vince la Supercoppa italiana, il Mondiale per club e la Coppa Italia, mentre l’anno scorso è ancora in A1 con la Millennium Brescia. Con la Nazionale ha vinto il titolo mondiale Under 18 nel 2015 in Perù e la medaglia d’argento alle Universiadi del 2019 in Italia. «Cercavo un nuovo ambiente, dove poter proseguire la mia crescita tecnica in un clima sereno ma ricco di motivazioni - le prime parole di Botezat in maglia biancoverde - La Megabox mi ha voluto e mi ha dato fiducia: in questo momento della mia carriera ho bisogno di giocare con continuità e di lavorare tanto in palestra, e dopo i primi colloqui con Fabio Bonafede sono certa che troverò entrambe le cose. Mi dicono che sia uno molto esigente: non chiedo di meglio. I primi nomi delle mie future compagne mi hanno dato l’impressione che qui si vogliano fare le cose molto sul serio, del resto al primo anno di vita questa società ha vinto subito il campionato. Speriamo di creare un bel gruppo e di poterci prendere delle belle soddisfazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA