Stasera Turchia-Italia. Mancini non lascia, anzi raddoppia: «Sì, ho ancora voglia di Nazionale»

Martedì 29 Marzo 2022 di Marco Zorzo
Stasera Turchia-Italia. Mancini non lascia, anzi raddoppia: «Sì, ho ancora voglia di Nazionale»

Si ricomincia dalla Turchia. Alle 20,45 (diretta tv su Rai Uno) a Konya (mille metri di altitudine) l'Italia prova a rialzare la testa e tornare a vincere dopo delusioni ed esclusioni (clamorose) mondiali. Roberto Mancini prima della partenza ha ricevuto pure un Tapiro d'oro gigantesco da Striscia.
Il ct l'ha presa con filosofia (ovviamente): «Il Tapiro gigante è più che meritato. Ero fiducioso, purtroppo ogni tanto le cose vanno male. Ma io non mollo: ci riproviamo per il prossimo Mondiale». A proposito, già svelato l'arcano, dunque. Il Mancio non molla, anzi raddoppia: per altri quattro anni lo rivedremo condottiero degli azzurri: «Ho parlato con il presidente Gravina, siamo allineati su tutto e mi fa piacere. Ne riparleremo dopo la partita, ragioneremo con calma su quello che c'è da migliorare per il futuro».
Poi però è ancora più netto. Gli viene chiesto perché voglia restare, lui rinuncia a giri di parole e va dritto al punto: «Perché sono ancora giovane e volevo vincere Europeo e Mondiale, per il secondo mi serve ancora tempo. E poi mi piace il mio lavoro, so che posso divertirmi ancora molto e con i ragazzi posso riorganizzare qualcosa di importante».
Quindi sul futuro, ecco il Mancini-pensiero: «Bisogna ripartire con nuovo ciclo, abbiamo partite importanti da affrontare. Inseriremo sicuramente ragazzi più giovani già a giugno per gli impegni di Nations League, spero abbiano esperienze importanti nei loro club, questo è fondamentale», conclude riferendosi anche ai pochi giovani italiani utilizzati in serie A (e noi aggiungiamo anche in B). Un messaggio al Mancio pure da Gianluca Vialli, capo delegazione azzurro: «Roberto, ti voglio ancora più bene che lo scorso luglio».
Infine Bonucci. Dopo l'eliminazione con la Macedonia erano circolate le immagini dello spogliatoio degli azzurri al Barbera in condizioni disastrose: «Abbiamo fatto un grosso errore, chiediamo scusa, la prossima volta faremo più attenzione». In Turchia, per la cronaca, non ci saranno Florenzi e Politano, rispediti ieri a casa.
Questa sera conosceremo altre due qualificate europee per Qatar 2022. alle 20,45 a Chorzow c'è Polonia-Svezia, ovvero Lewandowski contro Ibrahimovic. Mentre a Oporto (stessa ora) Portogallo-Macedonia del Nord.
marco.zorzo@leggo.it

Ultimo aggiornamento: 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA