Torino, sotto inchiesta l'insegnante che offese i poliziotti

«Poliziotti, dovete morire»: la prof di Torino finisce sotto inchiesta
Cresce la polemica politica  sull'insegnante elementare che giovedì scorso ha insultato le forze dell'ordine durante il corteo antifascista organizzato per protesta contro un'iniziativa elettorale di Casapound. L'insegnante è stata sospesa. «Non è a scuola e non lo sarà nemmeno nei prossimi giorni». Rispondono così dalla scuola elementare della periferia nord di Torino in cui insegna Lavinia Flavia Cassaro, la maestra che, durante il corteo contro il leader di CasaPound Simone Di Stefano lo scorso giovedì sera, ha insultato e augurato la morte ai poliziotti schierati. Nella scuola sono in molti i genitori che chiedono spiegazioni.

LEGGI ANCHE: La lettera della figlia di un carabiniere a maestra: «Non sai cosa dici»

«Un insegnante che augura la morte di un poliziotto andrebbe licenziata su due piedi». Renzi ha chiesto ieri in diretta tv, a Matrix una punizione esemplare. Nel filmato, diffuso ormai ovunque in rete, si vede Lavinia Flavia Cassaro urlare a squarciagola: «Vigliacchi, mi fate schifo, maledetti, dovete morire». Lo ripete più volte contro i poliziotti. «Ho augurato loro la morte ha spiegato per nulla pentita perché in quel momento stavano proteggendo il fascismo».




Nel video è inquadrata con una bottiglia in mano, in uno stato di evidente alterazione. Anche questo suo atteggiamento sarà oggetto di valutazione da parte dei suoi superiori. «Io mi sarei potuta trovare con il fucile in mano contro questi individui. Non ho sbagliato ad augurare loro la morte». Davanti a lei c'era il cordone delle forze dell'ordine. Molte le segnalazioni arrivate all'Ufficio scolastico regionale del Piemonte, troppe per essere ignorate. Quel video della docente di in istituto comprensivo di Torino ha sollevato un polverone di polemiche, tanto che l'Ufficio scolastico regionale ha deciso di avviare un'istruttoria. In base a quello che ne verrà fuori, anche il ministero dell'Istruzione potrebbe prendere provvedimenti nei confronti dell'insegnante.

Chi è la prof sotto accusa. Lavinia Flavia Cassaro, 37 anni, precaria con contratto triennale in un istituto comprensivo di Torino. Per lei si ipotizzano diversi reati, partendo dai minori, come vilipendio e oltraggio. In una foto su Facebook è immortalata sul palco, con sullo sfondo una bandiera No Tav: è insieme alla consigliera comunale Maura Paoli (M5S), nota alle cronache tra l'altro per aver piantato della cannabis in un parco pubblico a Torino. Alle forze dell'ordine e ai militanti di centrodestra è un volto già noto: oltre ai momenti legati alla lotta al Treno Crociato, ecco comparire su Facebook i cortei nelle varie città italiane, da Genova a Bologna.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 28 Febbraio 2018, 16:32 - Ultimo aggiornamento: 01-03-2018 12:16

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti