Commercio online, tanti adolescenti sono a rischio truffa

2 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Gennaio 2018, 05:04

I RAGGIRI
MACERATA Una recente ricerca effettuata da Sos Telefono Azzurro ha riguardato l'uso del denaro che gli adolescenti fanno sulla rete. Un intervistato su 10 ha dichiarato di aver proceduto a un acquisto senza accorgersene, e addirittura 2 su 3 (38%) compra regolarmente con carta di credito dei genitori (63%) o con propria (22%). Non mancano, purtroppo, i pericoli di truffe. Il commercio elettronico e l'attività di pubblicizzazione di merci e business su Internet sta offrendo delle possibilità di sviluppo notevoli per molte aziende e costituisce una grossa comodità per i consumatori. Non sempre però i conti tornano: nelle comunicazioni on-line si possono anche fare affari con il solito furbo che, una volta intascati i soldi, sparisce dal web senza lasciare traccia.
Cosa fare
Ecco i consigli dell'associazione Insieme in sicurezza: «Verifica se l'offerta è lanciata da un privato o da un commerciante. Se ti viene aggiudicato un bene, prima di inviare i soldi, controlla l'esistenza reale della persona; sappi che in caso di acquisti transfrontalieri possono entrare in gioco altri fattori (maggiori spese di spedizione, dazi doganali se extra-Ue, applicazione di leggi e sistemi giuridici diversi dal nostro); fai attenzione ai numeri a pagamento da chiamare per scoprire un ammiratore segreto o una fantomatica vincita (di vacanze e oggetti); nella maggior parte dei casi il tentativo di truffa inizia con l'invio di una mail alla potenziale vittima. In caso di sospetto salva l'email e informa immediatamente la polizia postale e delle telecomunicazioni». Contro le truffe servono alcuni accorgimenti. «La scelta di una password deve essere effettuata con molta accuratezza poiché rappresenta la nostra chiave di accesso e la garanzia per mantenere riservate le informazioni che ci interessano».
d. fer.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA