Avis, la pandemia non ferma l'attività a Cingoli in un anno 651 le donazioni

Sabato 15 Gennaio 2022
CINGOLI La pandemia non ha fermato l'attività dell'Avis di Cingoli. Sono i dati a confermarlo considerato che l'associazione guidata dalla presidente Floriana Crescimbeni ha chiuso il 2021 non solo mantenendo i risultati dell'anno precedente ma addirittura migliorandoli (nel 2020 le donazioni complessive erano state 620) chiudendo l'annata con 651 donazioni, di cui 560 di sangue intero e 91 di plasmaferesi. Indubbiamente, con tutte le difficoltà legate alla situazione pandemica, è stato raggiunto un grande risultato, anche perchè nell'anno appena concluso ci sono stati ben 39 nuovi donatori. Restando sempre sui numeri l'anno si è chiuso con 377 donatori attivi, dei quali 146 donne e 234 uomini, mentre ben 70 sono giovani di età compresa tra 18 e 30 anni. Ad essi vanno aggiunti 4 soci collaboratori. Nel 2021 sono stati ripresi (dopo lo stop del 2020) i contatti con tutte le realtà associative cingolane e l'associazione è riuscita ad essere presente in svariate manifestazioni, soprattutto nella stagione estiva. E l'attività dall'associazione ha fatto registrare anche un aumento delle giornate di sedute di donazioni: nove in più del previsto che sono andate a migliorare lo standard previsto dal direttivo del gruppo Avis di Cingoli. Entrando ancora nei dati dell'attività 2021, sono 15 i donatori che hanno effettuato 4 donazioni, ben 3 invece hanno effettuato 8 donazioni.
leo. mass.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA