Parquet lucente e canestri È pronta la nuova palestra

Sabato 12 Ottobre 2019
L'INAUGURAZIONE
FERMO Cresce l'ex Cops e si arricchisce di un nuovo impianto. Ieri pomeriggio è stata inaugurata la palestra all'interno del complesso che il Comune sta riqualificando. Parquet lucente e canestri al loro posto, lo spazio viene già utilizzato da sei società sportive (Ginnastica Victoria Fermo, Don Celso Pallavolo, Pallavolo San Michele, Scuola di Pallavolo Fermana, Basket Fermo, Victoria Basket). «Ci tenevo a questo momento. Un'inaugurazione ufficiale non era ancora stata fatta perché abbiamo preferito lavorare. È un risultato frutto dell'impegno di tanti. Uno sforzo collettivo che aveva bisogno di essere raccontato, perché è una bella pagina per la città», le parole del sindaco Paolo Calcinaro.
Il comitato
Ad ascoltarlo, anche i membri del comitato che si è costituito per riqualificare il complesso. Che ha una caratteristica che lo distingue dagli altri impianti sportivi. «È polifunzionale e mette insieme outdoor e indoor. Così, puoi vedere la Fermana che si allena, mentre fai ginnastica o giochi a pallavolo o a basket», ha spiegato l'assessore allo Sport Alberto Scarfini. Perché, appena fuori dalla palestra, c'è il campo da calcio, pure riqualificato, dove si allenano i gialloblù. Presente all'inaugurazione anche il vicequestore vicario Ignazio Messina che ha sottolineato come sia stato «giusto passare il testimone da chi aveva bisogno di un posto dove stare perché il padre o la madre avevano dato la vita per lo Stato a chi aveva bisogno di questa struttura». Un lavoro lungo e articolato, quello del recupero dell'ex Cops, reso possibile anche grazie al contributo della Carifermo e partito con la firma del contratto di locazione tra il Comune e il Fondo di assistenza per il personale della Polizia di Stato. «È stato un dolore vedere per tanti anni la struttura restare abbandonata. Riportarla in funzione è stato bellissimo. Abbiamo accettato subito la possibilità di collaborare con il Comune», il commento di Gaudenzio Santarelli del comitato che ha contribuito a ripulire il complesso nella fase iniziale. Il recupero è partito tre anni fa.
La storia
A ripercorrerne le tappe, l'assessore ai Lavori pubblici Ingrid Luciani. «I primi interventi ha spiegato hanno riguardato l'esterno: i campi, l'illuminazione, la tinteggiatura e i bagni. Del percorso vita si sono occupati gli operai del Comune». Poi è toccato al campo interno. Di recente, la Giunta ha approvato il progetto definitivo per l'adeguamento della caldaia e la creazione di un altro percorso esterno.
fr. pas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA