Istituti tecnici, ancora rimandati i percorsi. L’analisi dell’Indire nelle Marche: un premiato, 4 problematici e tre critici. Ecco quali sono

Venerdì 27 Maggio 2022 di Massimiliano Viti
Gli studenti di un istituto tecnico in una foto d'archivio

ANCONA - Istituti tecnici superiori nelle Marche: non bene. È andata pure peggio dello scorso anno. L’Indire, su incarico del ministero dell’Istruzione, realizza e gestisce la banca dati degli Its-Istituti tecnici superiori e ha effettuato il consueto monitoraggio annuale. Ha preso in esame 260 percorsi, conclusi nell’anno solare 2020, attivati da 89 Its e li ha valutati dopo un anno dal conseguimento del diploma. Ad ognuno di loro ha attribuito un punteggio, ricavato sulla base di alcuni criteri per poi collocarlo in uno delle seguenti categorie: premiabili (162 di cui 142 premiati), sufficienti (51), problematici (26) e critici (21). 

 
I dati
I corsi marchigiani monitorati sono stati 8 di cui uno è stato incluso tra i premiati, 4 problematici e 3 critici. Il monitoraggio dello scorso anno aveva invece visto 6 corsi monitorati con i seguenti risultati: 1 premiabile, 2 sufficienti, 1 problematico e 2 critici. È chiaro che serve un cambio di passo e la recente alleanza tra gli Its di Fabriano, Fano e Fermo va proprio in questa direzione. La criticità sembra essersi cronicizzata ad Ancona (in rosso dal 2015) e anche a Macerata, che dopo un corso premiato nel 2016 ha visto un sensibile peggioramento della performance. Fermo, dopo alcuni anni di premi (2013-17) si è ritrovato il primo rosso della sua carriera. Così come per Pesaro-Urbino che ha i migliori risultati ma nel 2022 ha trovato il suo primo giallo. Tornando al ranking Indire, per trovare il migliore corso delle Marche bisogna scorrere la graduatoria fino ad arrivare alla posizione numero 107. Qui, con 76,51 punti troviamo “Strategia digitale e web e social marketing per il turismo” di Its Pesaro.

Le notizie buone sono finite qui. Il prossimo corso che troviamo nel ranking è alla posizione numero 219 ed è inserito, come i successivi 3, tra i problematici. È il corso di “Processo di prodotto, comunicazione e marketing per il settore legno arredo” (Its Recanati) con 58,93 punti. Alla posizione 235, con 51,89 punti, c’è il corso per “Tecnico delle produzioni e del marketing per il sistema agroalimentare” (Its Fermo) che precede “Marketing e web strategy per l’internazionalizzazione del settore moda” (Its Fermo) che ha ottenuto 51,78 punti. Alla posizione 238 “Gestione di strutture turistico ricettive” (Its Pesaro) con 51,09 punti. 


Le criticità
Poi ci sono i corsi critici. Le Marche ne esibiscono 3 su 21. “Professionisti in nuove tecnologie per progettazione, design e marketing” (Its Recanati) con 48,30 punti e posizione numero 243. Ancora più in basso, con 47,26 punti, “Industry 4.0 per i settori nautico e meccatronico 2017-2019” (Its Recanti) che occupa la posizione 245. Infine posizione 255 per il corso “Produzione, qualità e innovazione nel sistema moda” (Its Fermo) con 39,66 punti. Complessivamente la scheda “Marche” del monitoraggio comprende 3 Its su 4 (nessun corso dell’Its Ancona è rientrato nel monitoraggio) per 8 corsi con complessivi 191 iscritti, di cui 126 diplomati (ovvero 2 diplomati ogni 3 iscritti) e 87 occupati (pari al 69%).

Ultimo aggiornamento: 15:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA