Pulizie di primavera. Provate a sistemare le stanze seguendo l’antica arte del Feng Shui. L’obiettivo: circondarvi di energia positiva

Domenica 29 Marzo 2020 di Martina Marinangeli
Pulizie di primavera. Provate a sistemare le stanze seguendo l’antica arte del Feng Shui. L’obiettivo: circondarvi di energia positiva
Rivoluzionare casa seguendo il decalogo del Feng Shui. Arriva dall’Oriente la tecnica per ridare armonia ed energia positiva agli ambienti domestici, diventati quantomai spazi vitali in questi giorni di quarantena. In più, ridisegnare l’arredamento è un ottimo diversivo contro la noia e l’apatia. I principi del Feng Shui tengono conto della presenza di campi magnetici ed energetici nella distribuzione dei mobili nelle varie stanze. Ogni scelta ha l’obiettivo di creare spazi accoglienti, capaci di garantire il benessere di chi li abita. Scegliere di arredare la propria casa con consapevolezza, seguendo i consigli di questa antica tradizione orientale, permette di trascorrere il proprio tempo in ambienti confortevoli, in grado di trasmettere pace e relax.

Le regole da seguire
Prima regola del Feng Shui: mantenere l’ordine, evitando l’accumulo di oggetti superflui. Il disordine, infatti, impedirebbe il flusso delle energie positive e potrebbe essere la causa di situazioni di stasi capaci di influire negativamente sul benessere della vita domestica. Riordinare le stanze ogni giorno è dunque la ricetta che sta alla base di questa filosofia. Segue poi l’altrettanto importante distribuzione dell’arredamento, che deve seguire schemi precisi, ed ogni stanza ha il proprio. Partiamo dal salotto: qui il divano deve essere posizionato in modo tale da trovarsi rivolto verso la porta d’entrata, e collocato con lo schienale vicino alla parete, per dare un senso di protezione a chi lo utilizza per sedersi. 





In camera da letto
Per quanto riguarda la camera, invece, il letto non deve trovarsi direttamente di fronte alla porta, che va tenuta lontana dallo sguardo di chi cerca di addormentarsi, per creare una situazione di maggiore relax e quiete. In cucina, oltre a tenere sempre ben puliti i fornelli – buona regola al di là del Feng Shui –, sarebbe bene non piazzare il forno vicino al frigorifero o al lavello, compatibilmente con la disposizione delle prese. 

La tinteggiatura
Se poi volete cimentarvi con la tinteggiatura delle pareti di casa, sappiate che ogni stanza predilige un diverso colore. In salotto, il rosso o l’arancione facilitano la conversazione in famiglia. Il blu ed il verde nelle camere da letto favoriscono il relax e il sonno ristoratore, mentre il rosa stimola il romanticismo e la passione. Il giallo in cucina stuzzica invece l’appetito e dona energia fin dall’inizio della giornata, a partire dalla colazione. Da non sottovalutare, inoltre, l’importanza delle finestre che, di norma, dovrebbero essere abbastanza grandi da permettere di sfruttare in modo ottimale la luce naturale per l’illuminazione degli spazi interni nel corso della giornata, soprattutto adesso che scatta l’ora legale ed il sole tramonta più tardi. 

I tendaggi
Particolare attenzione va rivolta a quelle finestre che risultino affacciate su di una strada trafficata: il passaggio delle automobili non deve turbare l’armonia e la tranquillità della casa, ed è per questa ragione che il Feng Shui suggerisce di proteggerle con delle tende, di colore chiaro per non ostacolare troppo la luce naturale, ma sufficienti a filtrare il caos esterno.
  Ultimo aggiornamento: 14:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA