Bruxelles, sparatoria col kalashnikov
E' morto un sospetto terrorista

Momenti di terrore a Bruxelles
Momenti di terrore a Bruxelles
1 Minuto di Lettura
Martedì 15 Marzo 2016, 15:21 - Ultimo aggiornamento: 16 Marzo, 10:55

BRUXELLES - Sparatoria a Bruxelles in una strada del comune di Forest. La zona, dove sono ora presenti ingenti forze di polizia, è stata chiusa al pubblico e al traffico. Due uomini asserragliati in un appartamento nella zona di Forest dove nel primo pomeriggio di oggi è scattata un'operazione antiterrorismo congiunta franco-belga. L'indicazione è venuta dal sindaco di Forest, Jean-Marc Ghysseels. È morto il sospetto terrorista
«neutralizzato» dalle forze di polizia durante l'operazione in corso a rue du Dries nel quartiere di Forest, a Bruxelles. Lo ha confermato la Procura federale belga.


La sparatoria a Bruxelles, secondo fonti locali, ha avuto luogo in concomitanza di una perquisizione antiterrorismo condotta dalla polizia federale a Bruxelles, nel comune di Forest. Nel corso dello scontro a fuoco, in base alle prime testimonianze raccolte dai media belgi, sarebbe stati impiegati dei kalashnikov. Due persone sarebbero fuggite ma un sospetto sarebbe stato intercettato e tre poliziotti sarebbero rimasti feriti. Due agenti sono stati feriti in una prima sparatoria, e un terzo durante una seconda raffica di colpi. Gli autori della sparatoria, più di uno secondo il borgomastro, sono in fuga e sarebbero passati attraverso i tetti delle case. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA