La madre lo trova morto in casa, “Cavicchiò” muore a 51 anni. Choc tra i tifosi della Samb

La madre lo trova morto in casa, Cavicchiò muore a 51 anni. Choc tra i tifosi della Samb
La madre lo trova morto in casa, “Cavicchiò” muore a 51 anni. Choc tra i tifosi della Samb
di Lara Facchini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Dicembre 2023, 03:30 - Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 07:20

SAN BENEDETTO - La Riviera non ha fatto in tempo a riprendersi per la scomparsa di Stefania Carmela e si ritrova a versare ancora lacrime per un’altra morte improvvisa. Giuseppe Capriotti, noto con il soprannome di “Cavicchiò”, cinquantuno anni, molto conosciuto in zona per essere un grandissimo tifoso rossoblu, sempre presente in Curva Nord, è stato ritrovato questa mattina privo di vita dai familiari  nella propria abitazione a Stella di Monsampolo. 


I soccorsi


La madre ha immediatamente chiamato i soccorsi, e i sanitari giunti sul posto dopo aver tentato il massaggio cardiaco non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Sui social proprio tre giorni fa aveva scritto «Che sono proprio stanco» e gli amici gli ricordavano la prossima trasferta, quella di Campobasso: «Tutti a Campobasso, questa è la medicina giusta a questa dura vita... Pranzo e Samba». Verrà eseguita l’autopsia per capire la causa del malore improvviso che ha strappato Giuseppe ai suoi cari e ai suoi amici. Il cinquantuenne era molto conosciuto sia in vallata che in Riviera proprio grazie al suo profondo attaccamento ai colori rossoblu. La notizia della sua morte ha destato sgomento lungo il territorio e numerosi sono i messaggi di cordoglio che stanno arrivando anche attraverso i social network. 


Il ricordo


A ricordarlo Giuseppe Pallesca: «Fai buon viaggio amico mio. Ora tifa la tua Samb da lassù. Ciao ultras. Ciao Cavicchiò». Il cordoglio arriva da tifosi, colleghi e amici: «Ancora non riesco a crederci mi dispiace tantissimo grande persona grandi valori e un immenso lavoratore. grande lavoratore di una precisione unica e rara, educato, rispettoso, ogni volta che guarderò le mie mura penserò a lui, buon viaggio Peppe». Giuseppe aveva perso il padre anni fa in circostanze tragiche. Lascia la mamma e i parenti tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA