Corinaldo, strage in disco: ricostruzione
in 3D della calca alla Lanterna Azzurra

Strage in disco: ricostruzione
in 3D della calca
alla Lanterna Azzurra
Strage in disco: ricostruzione
in 3D della calca
alla Lanterna Azzurra
di Federica Serfilippi
CORINALDO - Un mese fa il buio, la paura e il dolore piombavano su Corinaldo, teatro di una tragedia che ha portato con sé un’ottantina di feriti e sei morti, tutti accumunati dall’aver perso la vita morte mentre cercavano di scappare dalla calca infernale formatasi alla Lanterna Azzurra dopo il presunto utilizzo di uno spray urticante. Oltre ai lutti e alla volontà di giustizia da parte dei superstiti e dei familiari delle vittime, i fatti dell’8 dicembre hanno lasciato in eredità un vortice di domande rimaste ancora senza risposta. Quesiti che vanno dal numero delle presenze effettive all’interno del locale, ai biglietti venduti per Sfera Ebbasta insieme agli ingressi con free drink, braccialetti e tagliandi per i tavoli, fino alla causa scatenante del fuggi fuggi e al rispetto delle norme di sicurezza.
Nel marasma di dubbi e ombre, la procura potrebbe affidarsi anche alla tecnologia per cristallizzare quanto avvenuto l’8 dicembre. Gli investigatori stanno valutando di ricostruire parte della serata, dalla baraonda generale fino al crollo della balaustra, con una simulazione virtuale in 3D eseguita al computer. Per ricostruire la tragedia la magistratura dovrà affidarsi alle testimonianze dei presenti, ma anche alle foto e ai video amatoriali girati quella terribile notte all’interno della discoteca, sprovvista di telecamere.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Gennaio 2019, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 05:40