LE IMPRESE
MACERATA Un plebiscito a favore del Super Green Pass da parte delle

Venerdì 26 Novembre 2021
LE IMPRESE
MACERATA Un plebiscito a favore del Super Green Pass da parte delle associazioni di categoria per salvare lo shopping e il turismo natalizio evitando ulteriori restrizioni che provocherebbero danni incalcolabili. Commercianti e artigiani sono favorevoli alla misura adottata dal governo che trova unanime appoggio, anche perché se dovessero esserci altre chiusure di negozi e locali per tante imprese sarebbe la fine.
Il sostegno
«Noi siamo assolutamente favorevoli al Super Green Pass esordisce Giorgio Menichelli segretario generale di Confartigianato Imprese Macerata, Ascoli, Fermo- dobbiamo continuare ad emarginare la diffusione del covid e preservare allo stesso tempo la buona riuscita delle festività natalizie. Dobbiamo anche proiettarci verso gennaio e febbraio 2022 guardando anche in ottica delle successive festività pasquali che arriveranno ad aprile e dovremo fare molta attenzione anche a salvaguardare questo periodo del nuovo anno. Sono due appuntamenti fondamentali per i fatturati delle imprese, la conclusione dell'anno e l'inizio del 2022, anni di ripresa del pil e non ci possiamo permettere di non agganciare questo treno. L'impatto che avrà il Super Green Pass toccherà i pubblici esercizi, la ristorazione soprattutto ma i nostri associati ci dicono che alla fine la fetta di persone che continuano a fare tamponi invece di vaccinarsi è assolutamente marginale rispetto alla clientela abituale. Questa stretta del governo speriamo che convinca i molti incerti a vaccinarsi».
La durata
Anche sulla durata della nuova certificazione verde e soprattutto sulla spinta vaccinale della terza dose estesa ad ampie fasce di popolazione Confartigianato esprime la condivisione delle scelte governative. «Per quanto riguarda la validità del Green Pass prosegue Menichelli - pensiamo che la riduzione a nove mesi sia comunque adeguata, perché coprirà comunque il periodo invernale, momento di maggiore picco pandemico. Abbiamo inoltre applaudito all'apertura dello slot della terza dose per gli over 40 e l'imminente inizio anche per gli over 18: come abbiamo più volte ribadito, la nostra posizione è sempre stata quella di aderire in massa alla campagna vaccinale».
I provvedimenti
Ristorazione e bar saranno in particolare toccati dal nuovo Super Green Pass ma pure Confcommercio Marche Centrali vede più lati positivi che negativi in questo provvedimento che può contribuire a salvare la stagione dello shopping natalizio e di chi approfitta delle festività di fine anno per fare turismo. «A livello generale la decisione adottata dal governo è quella di non fermare il commercio e di portare avanti l'economia del Paese dice il direttore Massimiliano Polacco-. E' chiaro che uno dei settori più colpiti sarà il nostro perché consumatori e clienti privi del Super Green Pass non potranno frequentare i ristoranti, quelli senza Green Pass base non potranno andare in albergo. Però in questo momento interessa salvare il turismo interno e di business e dall'altro non fermare lo shopping natalizio. Non ci possiamo permettere di avere un altro stop del Natale come accaduto lo scorso anno: lo shopping ci deve essere, le attività continuare a lavorare e se questa decisione consentirà gli acquisti natalizi e il proseguimento di movimenti turistici che sono partiti positivamente dall'estate, in particolare quello di business che si era del tutto fermato, ebbene noi scegliamo la strada di tenere le nostre attività e l'economia salva col Super Green Pass».
L'idea
La Cna è sulla stessa linea delle altre associazioni di categoria appoggiando la scelta adottata dal premier Draghi. «Noi siamo stati favorevoli al Green Pass e lo siamo anche a questo strumento rafforzato ribadisce il direttore provinciale Massimiliano Moriconi -: è chiaro che deve essere utilizzato con raziocinio e soprattutto che arrivino immediatamente dei riscontri positivi sul contenimento dei contagi che stanno aumentando in questi giorni. Sicuramente per le imprese sarà un impegno sulla riorganizzazione dei controlli, però la vicinanza del Natale che è un periodo decisivo a livello di fatturati, fa sì che attraverso il Super Green Pass non si rischi lo stop alle attività che così vengono tutelate e si possa favorire lo shopping e gli acquisti in vista delle festività di fine anno che altrimenti sarebbero state a rischio».
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA