«La Curia dovrà essere esempio di ricostruzione senza scandali»

IL TAGLIO DEL NASTRO FERMO «Ogni volta che un centro di culto viene riaperto per la devozione è una grande emozione». E di volti emozionati, ieri mattina, a San Francesco, ce n'erano in abbondanza. A tre anni dal sisma, l'antica chiesa ha riaperto le porte. Un momento molto atteso, annunciato dal suono festoso delle campane, a cui i fermani non sono voluti mancare. Riempiendo le tre navate per la prima messa. A officiarla, l'arcivescovo Rocco Pennacchio che non ha nascosto la soddisfazione nel vedere riaperta «una tra le chiese più...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 23 Settembre 2019, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 05:04