Inrca Covid free Nuovi macchinari per il personale

Sabato 4 Luglio 2020
LO STANZIAMENTO
FERMO Doppia festa all'Inrca di Fermo. Da qualche giorno l'istituto geriatrico è Covid-free e ieri mattina ha inaugurato il nuovo montalettighe. L'impianto, che è ignifugo, antisismico e sale e scende per quattro piani, si trova sul retro della struttura. È costato 300mila euro: 250mila dell'ex art. 20 (programma straordinario di ristrutturazione e ammodernamento del patrimonio sanitario), 50mila interni. La somma è stata usata anche per ristrutturale la parte di edificio dove adesso c'è l'ascensore. La settimana scorsa è stato dimesso l'ultimo paziente positivo al Covid. Nel weekend l'istituto è stato sanificato e da giovedì ha ripreso a ricoverare. Al momento i letti occupati sono sedici. Il ritorno alla normalità riguarda anche le visite mediche. Stanno riprendendo quelle riabilitative. Chi era già in lista, può riprenotare all'Inrca. I nuovi devono passare per il Cup dell'ospedale. La Geriatria dovrebbe tornare al Murri per settembre. Al taglio del nastro del montacarichi c'era quasi tutto il personale sanitario. Due sono ancora a casa, in convalescenza dal Covid. «Anche noi ha ricordato il direttore generale Gianni Genga abbiamo avuto il nostro tributo di operatori positivi che, appena guariti, sono subito tornati in servizio. Sono stati mesi molto complicati a cui tutto l'istituto ha dato un supporto straordinario. La sede di Fermo si è messa subito a disposizione». In questi mesi, dentro l'edificio, è stato rifatto l'impianto di areazione. «Adesso ha spiegato Genga tutta la struttura è a pressione negativa, come un megareparto di Malattie infettive». Plaude all'operato il sindaco Paolo Calcinaro. «Con un presidio in più le sue parole , ci siamo sentiti più protetti. È un patrimonio che dobbiamo portarci dietro, anche in attesa di eventuali seconde ondate».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA