Roma, cede scala mobile della stazione Repubblica: 24 feriti, gravi alcuni tifosi del Cska IL VIDEO DEL MOMENTO DEL CROLLO

Roma, cede scala mobile della stazione Repubblica: 24 feriti, gravi alcuni tifosi del Cska IL VIDEO DEL MOMENTO DEL CROLLO
Roma, cede scala mobile della stazione Repubblica: 24 feriti, gravi alcuni tifosi del Cska IL VIDEO DEL MOMENTO DEL CROLLO
Cede scala mobile alla stazione Repubblica della metro di Roma. Sono 24 i feriti: uno in codice rosso, a cui è stato amputato un piede. Si tratta di tifosi russi del CSKA che stavano andando allo stadio Olimpico a vedere la partita di Champions  con la Roma. La scala mobile, a quanto si apprende avrebbe ceduto sotto la pressione dei tifosi russi. Alcuni testimoni parlano di tifosi incastrati tra le lamiere della scala. Tra i 23 tifosi in codice giallo ce ne sono alcuni che lamentano ferite alle gambe e fratture. 

Testimoni: «I tifosi del Cska Mosca ballavano e cantavano, poi la scala mobile ha ceduto»

La procura apre fascicolo per lesioni
 
 

Sul posto sono giunti sia il 118 sia i carabinieri. A quanto ricostruito, alcune decine di tifosi sono scesi in metro per raggiungere lo stadio e probabilmente ubriachi si sono messi a saltare sulla scala mobile che alla fine è crollata. . Intanto Atac, l'azienda dei trasporti di Roma, ha aperto, a quanto si apprende, un'indagine interna per accertare le ragioni dell'incidente avvenuto sulle scale mobili della stazione Repubblica della metro A della Capitale.
   




L'indagine interna prevede, tra le altre cose, di visionare le telecamere sorveglianza interne alla stazione. Inoltre, si apprende che un tifoso russo è rimasto accoltellato e due contusi in scontri tra le tifoserie del Cska di Mosca e della Roma nei pressi del ponte Duca d'Aosta, vicino allo stadio olimpico. Le forze dell'ordine hanno fatto anche uso di idranti per fermare gli scontri.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione al crollo della scala mobile nella stazione metro Repubblica. I magistrati ipotizzano il reato di lesioni e sono in attesa delle informative delle forze dell'ordine intervenute sul luogo dell'incidente. Intanto dall'Atac fanno sapere che «I controlli e la manutenzione delle scale mobili della metropolitana di Roma all'interno delle stazioni vengono fatte con cadenza mensile. E ciò ha interessato anche la stazione di Repubblica».

Secondo alcuni testimoni i tifosi russi sarebbero arrivati sulla scale mobili della fermata Repubblica della Metro A di Roma, mentre ballavano e cantavano, fino a quando la scala mobile ha ceduto. È quanto avrebbero raccontato diversi testimoni alle forze di polizia e ai soccorritori che stanno intervenendo nella stazione della metro di piazza della Repubblica. Anche la Sindaca Raggi, giunta sul luogo dell'incidente, ha detto la stessa cosa: «Testimoni sembra abbiano visto saltare e ballare sulla scala mobile. Siamo qui per capire anche cosa è successo - ha aggiunto - e siamo a disposizione dei feriti e delle famiglie»

«I controlli e la manutenzione delle scale mobili della metropolitana di Roma all'interno delle stazioni vengono fatte con cadenza mensile. E ciò ha interessato anche la stazione di Repubblica». È quanto affermano fonti aziendali dell'Atac interpellate sulla manutenzione delle scale mobili delle stazione metro A di Repubblica, dopo l'incidente di oggi.

Verranno effettuati accertamenti tecnici sul funzionamento della scala mobile per verificare se l'accelerazione improvvisa del meccanismo e il seguente cedimento siano stato causati da un elemento esterno, i presunti salti dei tifosi raccontati da alcuni testimoni o l'eccessivo numero di persone sui gradini, o un improvviso guasto. Per questo i tecnici dovranno verificare anche l'efficienza del sistema di frenata e i meccanismi della scala mobile e quando e come è stata effettuata l'ultima manutenzione. Al vaglio le immagini del circuito di videosorveglianza della stazione proprio per capire quanto il comportamento di alcuni tifosi abbia influenzato sul cedimento della struttura. Sulla vicenda indaga la polizia. Alla stazione Repubblica anche la polizia scientifica per i rilievi del caso.

«Io sono quasi 40 anni che lavoro nei trasporti pubblici di Roma e un incidente del genere non è mai accaduto. Non sappiamo come possa essere successo: una scala mobile gremita di persone che a un certo punto ha preso velocità. Aspettiamo che le verifiche ci dicano da cosa sia dipeso». Lo dice il segretario del sindacato Orsa Tpl Roma, Massimo Dionisi, lavoratore Atac.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 23 Ottobre 2018, 19:45 - Ultimo aggiornamento: 24-10-2018 10:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti