Furti d'identità e frodi sugli assegni
Casi in crescita in tutte le Marche

Furti d'identità e frodi
sugli assegni: casi
in crescita in tutte le Marche
ANCONA – Furti d’identità e frodi creditizie: fenomeno in aumento anche nelle Marche. L’Osservatorio sui Furti d’Identità e le Frodi Creditizie, realizzato da CRIF e giunto alla 24^ edizione, nell’ultimo aggiornamento stima, infatti, che nell’intero anno 2016 i casi di frode creditizia o emissione di cambiali e assegni a nome altrui perpetrati mediante furto di identità siano stati più di 26.100, con una perdita economica che supera i 152 milioni di Euro. Per quanto riguarda le Marche, nel corso del 2016 sono stati rilevati 552 casi: il maggior numero di frodi è stato registrato nella provincia di Ancona, con 155 casi, seguita da Pesaro e Urbino, con 139 casi. Fermo è invece la provincia meno colpita da questo fenomeno criminale, con 61 casi registrati nel 2016 pur avendo fatto segnare la crescita più sostenuta in regione, con un +19,2% rispetto al 2015. Forte incremento anche nella provincia di Macerata (+11,3%).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 1 Agosto 2017, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 01-08-2017 11:23

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO