Il prefetto gela il sindaco Brandoni
Niente esercito a Falconara

Il prefetto gela Brandoni
Niente esercito a Falconara
ma l'allerta rimane
FALCONARA - Furti negli appartamenti e truffe agli anziani rendono la città invivibile. Diversi i casi che si sono registrati soltanto nell’ultima settimana. Senza contare le risse e le tentate rapine nei negozi sulla Flaminia. Dati che avevano spinto lo stesso sindaco a chiedere al prefetto di Ancona l’impiego del contingente militare in città. Un tentativo già sperimentato nel 2012 e che aveva portato i suoi frutti o, quanto meno, i cittadini si sentivano più sicuri. E, in questo ultimo periodo, la presenza dell’esercito sembrava un’ancora a cui potersi appigliare. Speranza frustratata.

«Ho incontrato ieri mattina il prefetto, che sebbene non mi abbia dato ancora dato una risposta ufficiale, ha spiegato che nelle Marche c’è stata una riduzione dell’esercito da 45 a 30 unità. E’ quindi impensabile che i soldati possano essere impiegati a Falconara. Ancora non c’è nulla di ufficiale ma non sembra esserci una disponibilità”. Servono controlli Ma il problema sicurezza resta. Il sindaco ha anche detto che la Prefettura ha assicurato che ci sarà un’intensificazione dei controlli, in città, da parte della Polizia di Stato. «Ancora non so quando e con quale modalità», precisa Brandoni. Insomma, se da un lato la speranza dei soldati sembra essere ormai svanita, dall’altra si apre quella di avere una divisa diversa in più sul territorio. A fronte delle percezione dei cittadini che si sentono sempre più insicuri, i dati della prefettura non sembrano disegnare una realtà troppo preoccupante.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 08:36 - Ultimo aggiornamento: 02-12-2016 08:36

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO