Filippo Ganna, il predestinato: chi è il ciclista oro a Tokyo che a 20 anni già spopolava

Mercoledì 4 Agosto 2021 di Gianluca Cordella, inviato a Tokyo
Filippo Ganna, chi è il ciclista medaglia d'oro a Tokyo 2020

Filippo Ganna è uno dei predestinati dello sport italiano. Figlio d’arte - il papà Marco è stato azzurro a Los Angeles 1984 - ha dimostrato subito di avere talento. Non a caso i primi trionfi pesanti sono arrivati immediatamente. A 20 anni non ancora compiuti si è messo al collo il primo oro su pista ai Mondiali di Londra, nell’inseguimento individuale. E da lì non si è mai fermato.

 

Curriculum d'oro

Sono arrivati altri tre ori mondiali, l’ultimo a Berlino lo scorso anno, accompagnati da un argento e tre bronzi. In tutto questo Filippo ha cominciato ad andare “fuori pista” imponendosi anche sulla strada. A cronometro si è addirittura laureato campione del mondo 2020 a Imola. In un’annata che lo ha visto splendido protagonista anche al Giro d’Italia dove ha vinto quattro tappe.

La vita oltre la bicicletta

Quando scende dalla sella la sua principale passione - ben nota - sono i mattoncini Lego, al punto che la sua fidanzata ha festeggiato la vittoria del titolo iridato regalandogli un omino con la maglia bianca cerchiata. Ma Filippo è anche un ottimo cuoco: specialità dichiarate i tagliolini al tartufo e le grigliate. Nel tempo libero non disdegna la consolle: pare che gli altri azzurri del team, oltre a inseguirlo in posta, debbano farlo anche a Fortnite.

 

Ultimo aggiornamento: 14:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA