Milan-Inter 1-1, le pagelle. Tatarusanu come Donnarumma, Calhanoglu più forte dei fischi rossoneri, Lautaro serata no

Domenica 7 Novembre 2021 di Alessio Agnelli e Luca Uccello
Milan-Inter 1-1, le pagelle. Tatarusanu come Donnarumma, Calhanoglu più forte dei fischi rossoneri, Lautaro serata no

Milan-Inter hanno pareggiato 1-1 nel derby valido per la dodicesima giornata di campionato. le reti tutte nel primo tempo: all'11' Calhanoglu (rigore), al 17' De Vrij (autogol).

 

Milan-Inter 1-1, il derby finisce in parità. I rossoneri restano in vetta

 

Le pagelle del Milan (di Luca Uccello)

 

TATARUSANU 7,5 Fa come Donnarumma. Ora para anche i rigori. Li para per davvero. Mike Maignan può recuperare con la massima tranquillità, ora in porta il Milan è al sicuro.

 

CALABRIA 6 Prova da vero capitano. Attento su Perisic e su ogni pallone pericoloso in arrivo dalla sua parte, almeno ci prova…

 

TOMORI 6,5 Se si mette pure a fare gol non ce n’é più per nessuno.

 

KJAER 6 Perde un solo pallone, su Dzeko e non su Lautaro. Lo perde e il MIlan rischia ancora tanto. Per fortuna per due volte c’è il corpo di Kalulu a dire di no.

 

BALLO-TOURE’ 5 Con un San Siro così, con un derby da scudetto gli tremano ancora le gambe. Commette un clamoroso fallo da rigore ma salva anche un gol sulla linea! (1’ st Kalulu 6: Non è il suo ruolo, è un adattato che dimostra però sempre di saper fare bene. Un vero jolly).

 

KESSIE 5 Perde un pallone sanguinoso per poi commettere un delitto in piena area di rigore. Un fallo suicida.

 

TONALI 6 È nella zona di campo di Calhanoglu. Si prendono, si scornano anche. Un duello che ai punti vince Hakan (26’ st Bennacer 5: Fa poco, molto poco. E quel poco nemmeno benissimo).

 

BRAHIM DIAZ 5 È la mossa a sorpresa di Stefano Pioli. Una di quelle sbagliate. Può succedere anche a chi comanda la classifica… (14’ st Saelemaekers 6 Corre tanto, corre per due. E prende anche un clamoroso palo che avrebbe chiuso la gara al novantesimo).

 

KRUNIC 6 Prova a essere l’ombra di Brozovic. Ci riesce sempre in fase di costruzione, quasi mai quando l’Inter è in velocità… (39’ st Bakayoko ng).

 

RAFAEL LEAO 5 Fino a quando continueremo a parlare di talento? Per il momento continua a essere sprecato (14’ st Rebic 6,5: il suo ingresso cambia il Milan).

 

IBRAHIMOVIC 6 Pochi palloni giocati, pochissimi quelli giocabili. Ma è sempre dannamente presente in ogni azione.

 

PIOLI 6 Perde un’occasione per staccare il Napoli, per allontanare per sempre l’Inter che invece ha dimostrato ancora una volta tutta la sua forza. Il campionato non sarà una cosa solo a due…

 

Le pagelle dell'Inter (di Alessio Agnelli)

 

HANDANOVIC 6,5 Con Leao una sfida quasi personale, con 3 interventi in crescendo di difficoltà. A trafiggerlo è un'incornata di De Vrij. Provvidenziale su Ibra, fortunato (palo) con Saelemakers.

 

SKRINIAR 7 Se la vede con Leao e Ballo-Touré , di tanto in tanto con Ibra. Il risultato è sempre lo stesso e all'insegna dei rischi zero anche con Rebic.

 

DE VRIJ 6 Una sola sbavatura, con Tomori, che gli salta davanti in anticipo, costringendolo al più classico degli autogol per l'1-1 rossonero. Impeccabile con Ibra.

 

BASTONI 6 Avvio in apnea e a rincorrere Brahim Diaz. Prosieguo più ermetico e con un rigore in movimento regalato a Barella in chiusura di 1° tempo. (39' st Dimarco ng).

 

DARMIAN 6,5 Acceleratore pigiato e spinta a getto continuo. Si procura il secondo rigore, infilando Ballo-Touré e vincendo il duello in fascia con il rossonero. (31' st Dumfries ng).

 

BARELLA 6 Fresco di rinnovo e di promozione a Capitan Futuro. L'energia e la garra sono le solite, meno il killer instinct, con un'occasionissima, murata da Ballo-Touré, a fine 1° tempo, che ancora grida vendetta. Ko? (23' st Vidal 5,5: si fa murare da Kalulu, quasi a botta sicura).

 

BROZOVIC 6 La pressione di Krunic lo obbliga a ritardare i tempi di giocata e le ripartenze. Ordinato, ma a tratti sotto ritmo.

 

CALHANOGLU 7 Ex dal dente avvelenato e dai conti in sospeso. Alza i decibel dei fischi rossoneri, guadagnando e trasformando il rigore dell0 0-1, prima di esultare sotto la 'vecchia' curva. Vicino alla doppietta in volée.

 

PERISIC 6 Fa pari e patta con Calabria, a volte prestando il fianco, altre attaccando la profondità.

 

DZEKO 5 Meno produttivo del solito, anche come regista avanzato. Da segnalare solo una sponda per Lautaro e un colpo di testa fuori misura. (31' st Correa ng)

 

LAUTARO 4,5 Fallisce il rigore del possibile 1-2 e non si riprende più, sbagliandone un altro in movimento a fine primo tempo. (39' st Sanchez ng)

 

INZAGHI 6 Tradito dalla Dze-La. Resta fermo al palo negli scontri diretti, pareggiando anche il derby con il Diavolo, sempre a +7 in classifica

Ultimo aggiornamento: 8 Novembre, 00:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA