Il Milan passa a RedBird: cos'è il fondo Usa, il ruolo di Cardinale, il patrimonio e i piani mercato

I nuovi proprietari del Milan sono una società d’investimento americana fondata nel 2014 che gestisce 6 miliardi di dollari

RedBird e Gerry Cardinale, chi sono i futuri proprietari e ad del Milan
RedBird e Gerry Cardinale, chi sono i futuri proprietari e ad del Milan
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 09:05

Il futuro del Milan resterà a stelle e strisce. RedBird Capital Partners ha battuto la concorrenza di Investcorp, fondo del Bahrein, arrivato a 1,18 miliardi di euro ma che nel frattempo ha deciso di farsi da parte perché «non è stato possibile trovare un accordo con Elliott per la risoluzione di alcune questioni». I nuovi proprietari del Milan sono una società d’investimento americana fondata nel 2014 che gestisce 6 miliardi di dollari di capitale tra servizi finanziari e mondo dello sport. È socio di minoranza del Liverpool e di maggioranza del Tolosa (oltre che vantare partnership varie, che negli ultimi 20 anni hanno portato alla creazione di più di 20 miliardi di dollari in imprese sportive).

RedBird, chi sono i nuovi proprietari del Milan

L’anno scorso RedBird ha acquisito una partecipazione di poco più del 10% nel Fenway Sports Group (FSG), ovvero i proprietari del Liverpool, per 750 milioni di dollari. Inoltre, Redbird Capital gestisce anche la “Dream Sport”, società che organizza gare di fantasy cricket, e anche la “On Location Experiences”, società di intrattenimento legata alla NFL, la lega del Football americano. Un impegno su larga scala, che coinvolge anche una squadra di baseball, i Boston Red Sox. A dimostrazione dell’impegno nel mondo dello sport. E adesso l’obiettivo è dare continuità al Milan, che con Elliott è tornato in Champions nel 2021 dopo sette anni e ha vinto lo scudetto il 22 maggio, 11 anni dopo l’ultima volta. Questo sarà il compito di Gerry Cardinale, avvistato a Milano, in piazza Duomo, per la festa scudetto. È abituato a gestire capitali impressionanti: in Goldman Sachs (da cui si è sganciato), è stato senior leader dell’attività di investimento di private equity della banca d’affari, incaricato della gestione di oltre 100 miliardi di dollari di capitale privato tra azioni, debito, strategie di investimento immobiliare e di infrastrutture.

I piani sul mercato del Milan

Si partirà dal rinnovo del direttore tecnico Paolo Maldini e del direttore sportivo Frederic Massara, entrambi in scadenza il 30 giugno prossimo. Poi si partirà dallo stadio e dal mercato: Bremer o Botman per la difesa; Renato Sanches per il centrocampo; Zaniolo o Mahrez per l’attacco e la suggestione Belotti in scadenza, che tanto piace al Monza. Oltre al rinnovo di Rafael Leao a 6 milioni di euro a stagione. RedBird tenterà subito di conquistare la seconda stella. È questo l’obiettivo della società d’investimento americana fondata nel 2014 che gestisce 6 miliardi di dollari di capitale tra servizi finanziari e mondo dello sport, socio di minoranza del Liverpool e di maggioranza del Tolosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA