Roma, scala mobile crollata. Il video da una nuova prospettiva: prima la calma, poi le urla disperate

Scala mobile crollata, il video da una nuova prospettiva: prima la calma, poi le urla disperate
di Mauro Evangelisti
Nuovo video dell'incidente sulle scale mobili di Repubblica a Roma: è stato ripreso dallo smartphone di uno dei feriti che continua a riprendere anche quando i tifosi, al termine della folla corsa della scala, sono ammassati uno sopra l'altro, con le persone più gravi che urlano per il dolore.




Al contrario di altri video, questo non è stato girato nell'altra scala, quella che corre parallela, ma in quella in cui è accaduto l'ìncidente: si vede chiaramente che i tifosi del Cska, tutti giovani, sono tranquilli, non saltano e non urlano, e anche il numero delle persone è simile a quello che si vede ogni giorno sulle scale mobili della metro di Roma, non ce n'erano più del normale. La scala mobile comincia ad andare ad una velocità inspiegabile, urla, qualcuno grida «attenti», anche chi sta girando il video alla fine della corsa si ritrova scaraventato nel mucchio di persone gettate a terra.

Questo video è stato condiviso nella pacina Facebook di CSKA Fans Against Racism (scrivono come fonte News Rome) per dimostrare che chi ha detto che la scala mobile si è rotta perché i tifosi russi stavano saltando sono false e chiedono le scuse anche del ministro dell'Interno italiano: «Ogni giorno appaiono sempre più video che dimostrano il fatto che i fan del CSKA non stavano saltando». Ovviamente non è possibile sapere, per ora, se in precedenza altri tifosi avessero saltato sulle scale mobili danneggiandole, ma è anche vero che in quel caso dovrebbe esserci un sistema frenante che blocca il funzionamento dell'impianto. Ma il sistema frenante non si è mai attivato. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 25 Ottobre 2018, 15:20 - Ultimo aggiornamento: 25-10-2018 16:36

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti