Stalking al nuotatore Alex di Giorgio, l'appello del tronista Ivano Marino slitta per Covid

Stalking al nuotatore Alex di Giorgio, l'Appello di Ivano Marino slitta per Covid
Stalking al nuotatore Alex di Giorgio, l'Appello di Ivano Marino slitta per Covid
2 Minuti di Lettura
Martedì 8 Dicembre 2020, 13:42

Slitta il processo di Appello, intentato dall'ex tronista di "Uomini e Donne", Ivano Marino, dopo la condanna ad un anno e due mesi di carcere per stalking nei confronti del nuotatore Alex di Giorgio. L'udienza si sarebbe dovuta tenere in questi giorni, ma i legali dello sportivo hanno ricevuto la comunicazione di rinvio, legata anche al Covid. Sempre in questi giorni, Di Giorgio ha declinato l'invito a partecipare al Grande Fratello Vip.

Leggi anche:-> «Dico a tutti che sei gay», condannato Marino, tronista di Uomini e Donne. Perseguitava il nuotatore Di Giorgio

Secondo quanto accertato dai giudici, per due anni Marino ha perseguitato il nuotatore olimpico romano con la minaccia: «Dirò a tutti che sei gay». Per il fashion blogger e web influencer Ivano Marino, volto noto anche come ex corteggiatore del programma tv Uomini e Donne, nel marzo scorso, era arrivata la condanna a un anno e due mesi di carcere con la triplice accusa di stalking, sostituzione di persona e diffamazione. Marino per mesi avrebbe molestato l'atleta, frequentato per un breve periodo, con la minaccia di mettere a conoscenza l'ambiente sportivo della sua omosessualità. Le intimidazioni a raffica, sono arrivate per mesi tra il 2013 e il 2014, con telefonate ripetute, ma anche con pedinamenti. Mentre sul web proliferavano fake a nome dell'atleta. In una udienza blindata a raccontare le pressioni subite dal nuotatore era stato chiamato dalla procura anche il cantante Marco Carta. «E' vero, voleva far circolare quella voce», aveva confermato l'artista sardo, a pochi giorni dalla sua proclamazione di campione di Tale e Quale Show, su Rai 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA