Covid, EMA: via libera alla terza dose Pfizer e Moderna per le persone con sistema immunitario indebolito

Lunedì 4 Ottobre 2021
Covid, EMA: via libera alla terza dose Pfizer e Moderna per le persone con sistema immunitario indebolito

(Teleborsa) - L'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha dato il via libera alla terza dose per il vaccino anti Covid Pfizer/BioNTech e Moderna a "persone con sistema immunitario gravemente indebolito". "La raccomandazione – espressa dall'Agenzia Ue attraverso una nota – arriva dopo che gli studi hanno dimostrato che una dose extra di questi vaccini ha aumentato la capacità di produrre anticorpi contro il virus che causa il Covid-19 nei pazienti sottoposti a trapianto di organi con sistema immunitario indebolito". L'EMA suggerisce di somministrare la dose extra almeno 28 giorni dopo la loro seconda.

"Sebbene non ci siano prove dirette che la capacità di produrre anticorpi in questi pazienti sia protetta contro il Covid-19, si prevede che la dose extra aumenterebbe la protezione almeno in alcuni pazienti", precisa l'Agenzia che ha assicurato che proseguirà il monitoraggio sull'efficacia della terza dose. L'Ema ha valutato anche che un richiamo del vaccino Pfizer contribuisce all'aumento della produzione di anticorpi nelle persone di età compresa tra i 18 e i 55 anni quando viene somministrato ad almeno sei mesi di distanza dalla seconda dose.

L'Agenzia Europea del Farmaco ha infine dato il via libera agli organismi di sanità pubblica nazionali nella pubblicazione di raccomandazioni ufficiali sull'uso delle dosi di richiamo, "tenendo conto dei dati di efficacia emergenti e dei dati di sicurezza limitati". "Il rischio di condizioni infiammatorie cardiache o altri effetti collaterali molto rari dopo un richiamo non è noto e viene attentamente monitorato. Come per tutti i medicinali, l'EMA continuerà a esaminare tutti i dati sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA