Fano, furbetti dei rifiuti nel mirino: elevate ben 341 multe in soli 8 mesi

FANO - Le segnalazioni sempre più ricorrenti di comportamenti scorretti in tema di igiene urbana, come la migrazione di rifiuti soprattutto nelle frazioni di confine tra un Comune e l’altro hanno spinto l’Aset a ricorrere al “pugno duro” contro i trasgressori, dispiegando nel territorio più ispettori ambientali e telecamere. Già fino ad oggi, dall’inizio dell’anno sono stati redatti 341 verbali per forme di smaltimento scorretto, ma d’ora in avanti si farà ricorso ad una forma di repressione più estesa e determinata.
Quello della migrazione dei rifiuti è un fenomeno non residuale all’interno dei dati relativi all’attività complessiva svolta dagli ispettori, contrastato in modo sistematico e con significativi risultati. Dai dati forniti dall’Aset risulta che l’anno scorso, solo nel Comune di Fano, sono state elevate 426 sanzioni derivanti dai controlli sui diversi comportamenti scorretti: 280 i casi riscontrati dalla videosorveglianza e 146 da altri accertamenti o in flagranza. Si arriva a un totale di 490 se si aggiungono i verbali elevati a Fossombrone (46) e a Pergola (18).

Leggi l'articolo completo su Corriere Adriatico.it
Outbrain