Code, controesodo e disagi infiniti Caselli chiusi, l'A14 è un inferno

FERMO - Caos totale sull'A14. E proprio nei giorni del controesodo. Disagi, code e tanti altri problemi. L'incendio di un mezzo pesante lungo l'A14, nella galleria 'Grottammarè tra Pedaso e Grottammare, sulla carreggiata sud ha provocato ingenti danni e mandato in tilt la circolazione sul tratto autostradale nel sud nelle Marche, tra Pedaso e Grottammare. L'incendio è stato spento e sono in corso i lavori di ripristino che dovrebbero durare sino al termine del fine settimana. In un primo momento il traffico è stato deviato sulla corsia di sorpasso della carreggiata opposta, limitando a una corsia anche il traffico diretto verso Ancona.

Autostrade ha consigliato agli utenti provenienti da Taranto o da Bari, e diretti verso Bologna, di immettersi in A16
verso Napoli per raggiungere l'A1 da utilizzare per raggiungere Bologna. Agli utenti provenienti da Pescara e diretti verso Bologna si consiglia di utilizzare l'A25 o l'A24, verso Roma, per raggiungere l'A1 da percorrere in direzione di Bologna. Poi però è stato chiuso il tratto Fermo-Grottammare, in direzione Pescara, chiusura successivamente estesa al tratto Porto Sant'Elpidio-Grottammare.

Le misure di regolamentazione del traffico si intrecciano però con un incremento del flusso di veicoli e con l'ulteriore aumento previsto per il fine settimana. In corso i lavori per il ripristino del fondo stradale danneggiato dall'incendio. Si sono formate code fino a 10 km. Rallentamenti e code anche lungo la SS16 Adriatica in entrambe le direzioni (nord e sud) tra Giulianova a causa della chiusura dell'autostrada. In serata si è riunito anche il Cov (Comitato Viabilità) convocato dalla Prefettura di Fermo, che ha disposto la chiusura delle entrate di Val Vibrata e San Benedetto del Tronto, in direzione Ancona (nord). I disagi dovrebbero protrarsi per tutto il fine settimana.

Leggi l'articolo completo su Corriere Adriatico.it
Outbrain