Tokyo 2020, l'atleta bielorussa Timanovskaja chiede aiuto al Cio: «Vogliono rimpatriarmi»

Lunedì 2 Agosto 2021
Video

«Chiedo aiuto al comitato olimpico internazionale. Mi sono state fatte pressioni e stanno cercando di portarmi fuori dal Paese senza il mio consenso», così l'atleta Kristina Timanovskaya in un video in cui chiede aiuto al Cio. Intanto questa mattina il Comitato ha fatto sapere che la runner bielorussa è «al sicuro», dopo un presunto tentativo di rapimento.

 

L'opposizione del paese domenica ha accusato le autorità bielorusse di aver tentato di rapire l'atleta e di costringerla a tornare a casa dalle Olimpiadi di Tokyo. Il portavoce del Cio, Mark Adams, ha dichiarato che ha trascorso la notte in un hotel all'aeroporto Haneda di Tokyo in un «ambiente sicuro». Ora è nelle mani delle autorità e il Cio ha chiesto al Comitato olimpico bielorusso un rapporto scritto sulla questione. I rappresentanti del Cio le hanno parlato direttamente nella notte e ha assicurato loro di sentirsi al sicuro, ha detto Adams. Hanno programmato di parlarle di nuovo lunedì mattina per capire quali passi volesse intraprendere in seguito e darle supporto in quella decisione.

 

Adams ha detto che sembrava che facesse parte di un gruppo bielorusso in partenza come al solito, ma l'immagine non era completamente chiara. In base alle restrizioni del coronavirus, gli atleti devono lasciare le Olimpiadi di Tokyo entro 48 ore dalla competizione. I funzionari olimpici sono venuti a conoscenza della sua situazione dopo che si è rivolta alla polizia giapponese all'aeroporto, ha detto il portavoce delle Olimpiadi di Tokyo Masa Takaya.

 

Timanovskaya avrebbe dovuto gareggiare nelle manche dei 200 metri di lunedì. Tuttavia, il Comitato olimpico bielorusso ha dichiarato che la runner era stata visitata da un medico e non avrebbe preso parte a causa della sua «condizione emotivo-psicologica». Timanovskaya l'ha definita una bugia in un post su Instagram e ha detto alla stazione radio Euroradio in un'intervista: «Mi hanno appena detto di fare le valigie e volare a casa». I media indipendenti bielorussi hanno riferito che la 24enne è stata portata all'aeroporto dopo aver espresso commenti critici sui funzionari sportivi bielorussi a Tokyo. / TwitterSergei Polevikov Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA