Torrente inquinato: scattano cinque denunce

Venerdì 4 Marzo 2016
Video
FABRIANO - I forestali del comando stazione di Fabriano hanno sequestrato nei giorni scorsi un manufatto di accumulo di acque provenienti dalle attività di scavo del cantiere dell’Asse viario Umbria - Marche del Progetto Quadrilatero, in località Cancelli di Fabriano. Le acque di lavorazione confluivano in un bacino di decantazione artificiale, dal quale invece di essere convogliate nell’impianto di depurazione, traboccavano e si riversavano nel torrente Giano rendendolo completamente bianco. Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA