Dimagrire in quarantena, il trucchetto della pasta fredda che pochi conoscono

EMBED
LOLNEWS.IT - È vero che quest’anno parlare di prova costume può risultare un po’ strano visto che non sapremo che estate ci aspetta, se andremo in vacanza oppure resteremo ancora a casa, in smart working o senza ferie da godere, ma l’attenzione alla linea non deve comunque venir meno: dimagrire in quarantena è possibile, grazie alla pasta fredda! Può sembrare un controsenso affermare che sia possibile perdere quei chiletti di troppo assumendo carboidrati, ma la pasta fredda – o riscaldata – rispetto al solito piatto di pasta o riso caldi favorisce il dimagrimento e contiene meno calorie. Perché? Nella pasta fredda cambia la struttura dell’amido che diventa resistente agli enzimi che intervengono nel processo digestivo; essa inoltre risulterà più ricca di fibre ed eviterà il picco di glucosio nel sangue, responsabile anche dell’aumento di peso. Cuocere la pasta in due tempi renderà le calorie del piatto ancora minori. Foto@Shutterstock