Cinema, l'Umbria diventa "sala all'aperto": nasce il circuito di arene tra borghi, cortili e sagre

Venerdì 26 Giugno 2020 di Laura Larcan
Nella foto, il cortile dell'arena del Nido dell'Aquila a Todi

Il paradiso per cinefili non può attendere. E l'Umbria sembra pronta a diventare il piccolo grande paradiso del cinema. Quello da gustare sul grande schermo. Complici le stelle, ma anche un cortile secolare con vista mozzafiato sulle colline, o la rocca millenaria, ville e antiche e giardini all'italiana. Insomma, tutto il bello delle proiezioni nei borghi più pittoreschi della regione. Nell'estate post Covid l'Umbria tenta la sfida di lanciare un circuito speciale di arene in luoghi suggestivi a partire dal 28 giugno per un Cinema all'aperto, sotto le stelle e in sicurezza. 

Cinema Ariston e Multisala del mare annunciano: «Riapriamo a luglio»

Nasce così "Super cinema estate", un format di Anec Umbria, l'associazione che raccoglie gli esercenti professionisti umbri, nato dalla rete delle sale che coinvolge tredici città. Città di Castello, Umbertide (Cinema in piattaforma), Bastia (Cinema Esperia all'aperto), Foligno (Clarici arena giardino), Spoleto (Spazio collicola), Todi (Nido dell'Aquila), Marsciano, Castiglione del Lago (Roccacinema), Trevi (Cinema con vista), Bevagna, Passignano sul Trasimeno, Paciano e Perugia. Per il capoluogo umbro il progetto è ancora più ricco: oltre all'Arena del Frontone della Cinegatti (la prima ad aver riaperto dal 15 giugno, capienza passata da 900 a 370 posti) ce ne sarà anche un'altra itinerante, gestita grazie alla sinergia tra i cinema Zenith e PostModernissimo, allestita per i quartieri, pertanto anche in periferia, della città con proiezioni di alcuni giorni.

Un progetto impegnativo visto che per ogni arena allestita serve un piano di sicurezza specifico. In programma, inoltre, per Anec Umbria c'è inoltre l'organizzazione di una arena itinerante per i comuni più piccoli, con proiezioni che andranno dalla Valnerina al Trasimeno. I film che si potranno vedere sono quelli del 2019 e i pochi andati nel 2020 (soprattutto con i recuperi di quelli proposti già in streaming dalle sale umbre), ma anche rassegne e retrospettive.

Come si andrà al cinema? Cartelli per evitare assembramenti visibili fin dall'ingresso; uno alla volta alla cassa e per non creare assembramenti; i biglietti disponibili e prenotabili anche online; obbligatoria la mascherina per entrare ma che poi per la visione, quando si è seduti, si può togliere; distanziamenti assicurati con i posti ad un metro di distanza ma non per gli stessi nuclei familiari; gel per sanificare le mani e termoscanner per misurare la febbre; sedute e servizi igienici sanificati ogni giorno, prima di ogni spettacolo.

Infine, pure CinemaCielo all'anfiteatro romano di Terni, all'interno dei giardini della Passeggiata, ha annunciato un ritorno, dal 15 luglio, con capienza di 300 posti attualmente disponibili rispetto ai 900 pre-Covid. A completare il vasto programma di cinema sotto le stelle che invaderà l'Umbria questa estate da segnalare anche Sagra del Cinema 'on the road'. Tra luglio, agosto e settembre il format (kermesse cinegastronomica) sarà portato in giro per l'Umbria con uno schermo gonfiabile itinerante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA