Amburgo, tutta la magia del Natale: mercatini, luminarie e Santa Claus che spicca il volo

Tutti gli eventi della città della Germania

Copyright Mediaserver Hamburg / Siemens Mobility GmbH
Copyright Mediaserver Hamburg / Siemens Mobility GmbH
di Beatrice Tomasini
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 11:41

Il Paese delle Meraviglie con luci, colori, e profumi che si mescolano insieme creando una dimensione quasi fuori dalla realtà: benvenuti ad Amburgo sotto Natale, dove l’atmosfera di festa si “respira” a ogni angolo. E non è una metafora perché l’inconfondibile aroma di cannella sprigionato dal Glühwein, il vin brulé da queste parti, è ovunque e porta dritto dritto a uno dei sedici mercatini natalizi in giro per la città. 

Sarà per la prossimità, non solo geografica (il confine con la Danimarca è a un centinaio di chilometri), dei paesi nordici e per l’anima da sempre commerciale – insieme a Lubecca e Brema, Hamburg faceva parte della potente Lega anseatica, “padrona” del Baltico e del Mare del Nord fino alla metà del XV secolo – ché qui questa tradizione più profana che sacra è di casa.

Roma, luci e star accendono il parco (nonostante il maltempo)

Mercatino di Natale flop, scontro Frontini-commercianti: «Lo sapeva che a via Marconi non saremmo andati»

Ciascuno con una sua peculiarità, il mercatino più grande di tutti è il City Hall Christmas Market a Rathausmarkt, la piazza di fronte al municipio (magnifico palazzo in stile neorinascimentale, aperto anche alle visite guidate), con 80 casette in legno che vendono artigianato, giocattoli, decorazioni natalizie, dolci a base di marzapane, frutta secca, canditi, spezie. Fino al 23 dicembre dalla domenica al giovedì 11.00 - 21.00, venerdì e sabato 11.00 - 22.00.  

Rathausmarkt cuore della città e dei festeggiamenti: lo spettacolo del Flying Santa è sempre molto apprezzato dal pubblico con un Babbo Natale (in carne e ossa) a bordo di una slitta che sorvola, lungo una teleferica, tutta la piazza salutando grandi e piccoli. Il sabato alle ore 16.00 e alle 18.00.

Ma non c’è tempo di sognare a occhi aperti perché le celebrazioni continuano e il clou si è già spostato nei dintorni. Altro giro, altra corsa. Si fa per dire perché stavolta il passo è lento ed è quello della parata dei bambini travestiti da Santa Claus, elfi e renne che ballano e intonano Canti di Natale di fronte all’affollata via dello shopping di Jungfernstieg. Il 10 e 17 dicembre, alle 14.00 e alle 17.00. Giusto il tempo per prendersi una pausa dalle leccornie in esposizione sulle varie bancarelle che il rischio di cadere in tentazioni gastronomiche si presenta di nuovo, stavolta sotto forma di würstel o di frutta caramellata. Sì perché, neanche a dirlo, proprio alle spalle c’è un altro mercatino. È il Jungfernstieg Christmas Market: sullo sfondo il fiume Alster con tanto di albero di Natale illuminato che spunta dalle sue acque. Fino al 29 dicembre dalla domenica al giovedì 11.00 - 21.00, venerdì e sabato 11.00 - 22.00. 

Due passi per sentirsi meno in colpa e si finisce nel regno degli acquisti natalizi, Neuer Wall: via tutta grandi marche, boutique, caffetterie, vetrine addobbate e un brulicare frenetico di persone in cerca di regali.

A un centinaio di metri c’è Gänsemark, piazza con un villaggio dedicato al marzapane con dolci, biscotti e altre coloratissime preparazioni a tema natalizio: un piacere per papille e pupille.

Appena fuori Mönckebergstrasse, altro indirizzo per fashion addict, c’è il Winterfrost Market dove è stata ricreata una piccola foresta di abeti. Se per un attimo si chiudono gli occhi ci si immagina un bosco di montagna, con quel profumo di terra e di resina, se non fosse che un invitante profumo di ciambelle appena sfornate richiama alla realtà: sono le tipiche Quarkbällchen, palline fritte a base di formaggio quark ricoperte di zucchero.

Anche nella zona del porto i mercatini non mancano: il God Jul - Scandinavian Christmas propone specialità gastronomiche provenienti da Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca. 

Se il più antico di Amburgo è il Michel Christmas Market, nel 1922 il suo debutto di fronte alla chiesa di St. Michaelis, quello più singolare (e “piccante”) è a St. Pauli: il quartiere della vita notturna a luci rosse. Spielbudenplatz ospita infatti un villaggio con tanto di foresta di abeti adults-only, spettacoli di spogliarello e live music. La versione queer dei mercatini è invece il Winter Pride, vicino la stazione centrale nel quartiere di St. Georg con dj set dal venerdì al sabato.

Amburgo non smette mai sorprendere. Vintage e attuale allo stesso tempo con vecchi docks e magazzini storici (Speicherstadt) che convivono insieme ad edifici contemporanei (Elbphilharmonie). Vocazione marinara e spirito cool. Terra e tanta acqua, attraversata com’è da tre fiumi (Elba, Alster e Blle), laghi artificiali e canali. Magica a Natale ma da tornarci anche in estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA