Vini, è in Toscana la cantina più bella del mondo: Antinori al primo posto nella World’s Best Vineyards 2022

Premiata la cantina Antinori nel Chianti Classico progettata dall’architetto fiorentino Marco Casamonti

Vini, è in Toscana la cantina più bella del mondo: Antinori al primo posto nella World s Best Vineyards 2022
Vini, è in Toscana la cantina più bella del mondo: Antinori al primo posto nella World’s Best Vineyards 2022
4 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Ottobre 2022, 19:48

A prima vista non si nota nulla. Praticamente invisibile dall’esterno, se non per due lunghe “fenditure” orizzontali che attraversano la collina e che corrispondono al fronte della costruzione. Avvicinandoci possiamo invece osservare una innovativa cantina immersa nel verde, perfettamente inserita nel contesto della sinuosa campagna toscana, con una scenografica scala elicoidale che collega i tre piani della struttura. E’ la Cantina Antinori, che l’omonima famiglia che produce vino da 26 generazioni ha voluto come segno di appartenenza e anche riconoscenza verso il suo territorio, il Chianti Classico, una porzione caratteristica della Toscana felix e culla del vino per antonomasia.

La cantina più bella del mondo 

La cantina è stata progettata dall’architetto fiorentino Marco Casamonti e inaugurata il 25 ottobre 2012. A dieci anni di distanza si è aggiudicata il primo posto nella World’s Best Vineyards 2022, la prestigiosa classifica che raccoglie le cantine più suggestive da tutto il mondo. 

La Voting Academy che decreta il vincitore è composta da oltre 500 intenditori di vino, sommelier ed esperti di viaggi e turismo, i quali presentano le proprie candidature in base a diversi criteri tra cui la qualità dell'esperienza complessiva, l'atmosfera, la cucina, le attività, il panorama, il personale e il rapporto qualità-prezzo. La cantina Antinori ha saputo mettere d’accordo la maggioranza degli esperti. 

Unisce bellezza e funzionalità produttiva 

«Questo importantissimo premio  ci riempie di soddisfazione - commenta Marco Casamonti - . È un riconoscimento prima di tutto per la committenza, la famiglia Antinori, che ha creduto in un così ambizioso ed innovativo progetto, ma anche per l’immagine del nostro paese nel mondo e per tutto il design italiano». 

La cantina è visitabile con degustazione 

«La cantina Antinori - si legge nelle motivazioni dell’assegnazione del premio - è stata progettata per coniugare funzionalità produttiva e bellezza estetica. Ricoperta da vigneti e nascosta tra ulivi e boschi, si distingue per il basso impatto ambientale e l'alto risparmio energetico. Essa simboleggia lo storico e profondo legame tra la famiglia Antinori e l'antico territorio vitivinicolo del Chianti Classico che da sempre ha accolto i vigneti della famiglia. In sette anni di lavoro, la cantina e' stata realizzata su progetto dell'architetto Marco Casamonti, fondatore dello studio Archea Associati, con l'ingegnerizzazione di Hydea,  seguendo le indicazioni della famiglia Antinori. La cantina è visitabile dal pubblico lungo un percorso enologico, degustativo, architettonico ed artistico»

Giornate Fai d’Autunno: il 15 e 16 ottobre il Gruppo Fai Rieti organizza visite guidate al borgo e al Santuario di Greccio

L'architetto Marco Casamonti 

Marco Casamonti, fondatore della Archea Associati di Firenze, ‘firma’ numerosi edifici contemporanei in Italia e all’estero, ad esempio i restyling dei nuovi stadi di Tirana e Udine, la Biblioteca comunale di Nembro (Bergamo), l’ampliamento e riqualificazione della sede Perfetti Van Melle di Lainate nei pressi di Milano, il Yanqing Grape Expo nei pressi di Pechino, il Li Ling World Ceramic Art City in Cina, il complesso residenziale Colle Loreto a Lugano, il recupero e la trasformazione dell’Ex Magazzino Vini di Trieste di Eataly, il recupero e la trasformazione del Mercato Centrale di La Valletta a Malta. Attualmente in costruzione c’è anche la cantina Changri-La a Penglai (Cina) e il nuovo centro sportivo della Fiorentina. 

Alba capitale mondiale dell'Enoturismo

© RIPRODUZIONE RISERVATA