Tre afroamericani fatti scendere da un volo per «cattivo odore», ma loro denunciano: «Discriminazione razziale»

Alvin Jackson, Emmanuel Jean Joseph e Xavier Veal querelano American Airlines: "Siamo stati umiliati". La replica della compagnia: "Indagheremo"

Tre afroamericani fatti scendere da un volo per «cattivo odore», la denuncia: «Discriminazione razziale»
Tre afroamericani fatti scendere da un volo per «cattivo odore», la denuncia: «Discriminazione razziale»
di Mario Landi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Maggio 2024, 12:21 - Ultimo aggiornamento: 15:42

Sembra una storia anni 60, invece è del 2024. Tre uomini afroamericani hanno intentato una causa per discriminazione razziale contro la compagnia aerea American Airlines, sostenendo che li aveva allontanati da un volo dopo un reclamo relativo al loro cattivo odore. Lo racconta la Bbc.

Afroamericani e cattivo odore, cosa è successo

I tre uomini - Alvin Jackson, Emmanuel Jean Joseph e Xavier Veal - che non erano seduti insieme e non si conoscevano, sostengono di essere stati fatti scendere dal volo che il 5 gennaio partiva da Phoenix, Arizona, per raggiungere New York. «American Airlines ci ha individuati perché neri, ci ha messo in imbarazzo e ci ha umiliati», hanno dichiarato i tre uomini in una dichiarazione congiunta. «Non c'è altra spiegazione se non il colore della nostra pelle: chiaramente si tratta di discriminazione razziale».

La compagnia aerea con sede in Texas ha dichiarato di stare indagando sulla questione poiché le accuse non sarebbero in linea con i valori dell'azienda. «Prendiamo molto sul serio tutte le accuse di discriminazione e desideriamo che i nostri clienti vivano un'esperienza positiva quando scelgono di volare con noi», si legge nella nota di American Airlines.

I loro team «stanno attualmente indagando sulla questione, poiché le affermazioni non riflettono i nostri valori fondamentali o il nostro scopo di prenderci cura delle persone».

Il pilota avrebbe fatto un annuncio informando i passeggeri che c'era stato un ritardo a causa di un problema con «l'odore corporeo». Affermazione dichiarata falsa da i tre querelanti. Uno degli uomini che ha denunciato, Joseph, ha spiegato alla BBC che l’esperienza “alienante” gli ha ricordato l’attivista per i diritti civili Rosa Parks, costretta a trasferirsi sul retro di un autobus dell’Alabama nel 1955 a causa della discriminazione razziale. «È folle che nel 2024 stiamo ancora attraversando cose del genere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA