Caro-vita, ecco le app per risparmiare sulla spesa (e difendersi dall'aumento dei prezzi)

Caro vita e aumento dei prezzi, ecco le app per risparmiare sulla spesa
Caro vita e aumento dei prezzi, ecco le app per risparmiare sulla spesa
di Eva Carducci
3 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Marzo 2022, 15:35

Non avete tempo neanche per respirare in questa nuova, e frenetica, quotidianità? Tra aumento dei prezzi, smartworking e vita fuori da uno schermo del pc anche fare la spesa sembra diventato un momento complesso da gestire, per questo la tecnologia ci viene in aiuto con diverse soluzioni, a prova di portafoglio e smartphone. 

La lista delle app risparmiare

Ecco di seguito alcune soluzioni salvavita e eco compatibili:

Attraverso il sito e le app (disponibile sia sull’Apple Store che su Google Play) sarà possibile ordinare la spesa online, acquistando prodotti di stagione e a filiera corta, dai produttori di fiducia. È possibile scegliere oltre 2500 prodotti artigianali di qualità da oltre 300 produttori locali. Non ci sono vincoli di abbonamento e si può fare la spesa fino alle 22 per riceverla il giorno successivo, pianificando anche la consegna. C’è anche la possibilità di restituire un prodotto, che verrà rimborsato, qualora non soddisfacesse le aspettative. Le opzioni disponibili vanno dalla frutta alla verdura, formaggi, carne, pesce e molto altro.

Disponibile sia su Google Play che Apple Store l’app permette di evitare gli sprechi alimentari. Registrandosi infatti si potrà acquistare cibo invenduto, ma in condizioni ottime, dei negozi preferiti. In questo modo si acquisteranno i beni a un prezzo ridotto, aiutando comunque l’ambiente. L’app vanta una community di 5.5 milioni di persone e 21.311 negozi, ristoranti, bar hotel e panetterie aderenti all’iniziativa, per un totale di 6 milioni di pasti salvati, ad oggi, in Italia. 

Inserendo il CAP della residenza, o dell’ufficio, si avrà accesso a tutti i distributori locali. Selezionando il punto vendita sarà possibile effettuare la spesa e ricevere la consegna a domicilio a Roma, direttamente dal proprio supermercato di fiducia.

Sulla stessa lunghezza d’onda la startup innovativa, a vocazione sociale, ha creato un social market digitale votata all’antispreco. Il processo è semplice: il negoziante, quando alimenti freschi in prossimità della scadenza invia offerte scontate per evitare sprechi alimentari.il cliente riceve le offerte di cibo in eccedenza ancora fresco dei negozianti di zona tramite una notifica sull'App. LastMinuteSottoCasa evita dunque di produrre rifiuti inutili ed aiuta a ridurre gli sprechi alimentari. Il successo dell’applicazione ha permesso agli sviluppatori di espandersi anche verso la Grande Distribuzione. 

Le grandi catene di distribuzione alimentare, sul territorio italiano, hanno già scelto di aderire a quest’applicativo, disponibile su Google Play e Apple Store. Con lo stesso principio dei precedenti è possibile accedere a offerte dedicate non solo agli alimenti prossimi alla scadenza, anche quelli difettati. Questo servizio garantisce il ritiro in sede, nel supermercato più vicino. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA