Aspi, partono 24 assunzioni per i talenti formati alla Smart Infrastructures Academy

Getty Images
Getty Images
di Francesco Bisozzi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Aprile 2022, 12:07 - Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 09:08

Il piano di trasformazione di Aspi ruota intorno a innovazione e sostenibilità, ma per metterlo in pratica l’azienda ha bisogno di risorse Stem: laureati in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica.

Il nuovo piano di assunzioni di Autostrade per l’Italia prevede 2.900 nuovi ingressi da qui al 2024, tra ingegneri, tecnici e ricercatori. Un’impresa non semplice da portare a termine. In Italia, infatti, secondo un’indagine di Deloitte, circa un’azienda su quattro, il 23%, non riesce a trovare profili Stem nel momento del bisogno. Di più. Appena uno studente universitario su quattro, il 27%, è iscritto a facoltà Stem nel nostro Paese, mentre solo 1 su 10 frequenta corsi universitari che rispondono appieno alle esigenze professionali emergenti. Per questo Aspi ha deciso di puntare sui nuovi cantieri dei mestieri e dei saperi, come la nascente Amplia Academy e la Smart Infrastructures Academy di San Giovanni a Teduccio a Napoli. Ora il gruppo guidato da Roberto Tomasi è pronto a mettere sul tavolo l’assunzione di 24 profili di cui l’azienda ha assoluta necessità, che saranno prelevati dal bacino di giovani talenti che Aspi ha sviluppato in Campania. La Smart Infrastructures Academy rientra tra le iniziative intraprese nell’ambito del percorso di collaborazione tecnico-scientifica tra Aspi e l’Università Federico II. Il format adottato è particolarmente flessibile e garantisce sia il lifelong learning delle figure professionali già presenti in azienda sia la formazione avanzata e il reclutamento di giovani laureati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA