Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Djokovic, l'indiscrezione: «Almeno tre giocatori dell'Australian Open hanno la stessa esenzione dal vaccino»

A Djokovic è stato annullato il visto all'arrivo in Australia perché i funzionari hanno stabilito che la sua documentazione era insufficiente per consentirgli di entrare nel Paese senza vaccinazione

Djokovic, l'indiscrezione: «Almeno tre giocatori dell'Australian Open hanno la stessa esenzione dal vaccino»
Djokovic, l'indiscrezione: «Almeno tre giocatori dell'Australian Open hanno la stessa esenzione dal vaccino»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Gennaio 2022, 13:53 - Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio, 10:01

Almeno altri tre partecipanti agli Australian Open con la stessa esenzione medica di Novak Djokovic sarebbero riusciti a entrare nel Paese. È quanto riporta l'Independent sottolineando che anche altri giocatori potrebbero avere il permesso di entrare alle medesime condizioni la settimana prossima. 

Leggi anche > Djokovic, dopo il papà parla anche la mamma: «Prigioniero in un hotel per immigrati, insetti e cibo terribile»

A Djokovic, invece, è stato annullato il visto all'arrivo in Australia perché i funzionari hanno stabilito che la sua documentazione era insufficiente per consentirgli di entrare nel Paese senza vaccinazione. La vicenda è diventata un caso diplomatico e la ricaduta politica, sia a livello nazionale che internazionale, si è intensificata quando il team legale di Djokovic ha preparato i documenti per il ricorso.

Una fonte ha dichiarato a Reuters che altri partecipanti al Grande Slam sono entrati in Australia in queste modalità. Inoltre, potrebbero essere state concesse esenzioni simili anche a giocatori o funzionari che devono ancora arrivare in Australia, ha aggiunto la fonte. Solo questa settimana sono state presentate 26 richieste di esenzione, ma solo alcune sono state approvate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA