Pallavolo, Serbia-Italia 3-0. Anche l'Italvolley femminile saluta ai quarti
Mazzanti: «Avevo detto alle ragazze di staccarsi dai social»

Mercoledì 4 Agosto 2021
Pallavolo, Serbia-Italia diretta dalle ore 10: le azzurre a caccia della semifinale

Come nei peggiori incubi. Con inevitabili polemiche finali anche sull'uso (eccessivo?) dei
social. Una bruttissima Italia viene annientata dalla Serbia ed è eliminata dal torneo di pallavolo femminile delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Nei quarti di finale le azzurre sono state sconfitte per tre set a zero, con i parziali di 25-21, 25-14, 25-21 che dimostrano come non ci sia mai stata partita.

Non c'è stata mai partita neanche nel confronto tra le due giocatrici più attese, forse le più forti al mondo: Tijana Boskovic (26 punti) è stata decisiva per il successo delle serbe, mentre è negativo il giudizio sulla prestazione di Paola Egonu (che ha chiuso a quota
16 ma che ha sbagliato moltissimo). Per la formazione allenata da Davide Mazzanti (alla vigilia di Tokyo 2020 confermato fino a Parigi 2024), la delusione è grandissima: partita con il chiaro obiettivo di conquistare la prima medaglia a Cinque cerchi della storia della pallavolo femminile, ha dovuto abbandonare i sogni di gloria già nella prima partita a eliminazione diretta.

In effetti, preoccupanti segnali erano già arrivati dalle ultime due partite del girone eliminatorie, perse in malo modo con Cina e Usa, dopo aver dominato nelle prime tre Russia, Turchia e Argentina. E così il movimento della pallavolo italiana, in poco meno di 24 ore (ieri gli uomini erano stati superati al tie-break dall'Argentina), è stato spazzato via dalle Olimpiadi.

Contro le serbe, i primi muri di Anna Danesi sembravano poter essere un'arma determinante e invece nella parte centrale del set l'Italia non era capace di frenare la Boskovic, cercata con continuità dalle compagne. Dopo un discreto avvio di partita, la
Egonu non riusciva più a mettere a terra la palla: la diretta conseguenza è stato il predominio delle serbe, avanti un set a zero e assolute padroni della partita. Nel secondo Mazzanti provava a mischiare le carte, cambiando la palleggiatrice. Ma neppure l'ingresso di Orro per Malinov, insieme a quelli di Sylla per Pietrini e di Chirichella per Fahr, portava benefici per le azzurre. Anzi. E così, in soli 22 minuti la Serbia andava sul 2-0. Nel terzo parziale, arrivava la reazione dell'Italia (avanti anche 13-9) ma era solo un lampo, cancellato dalle avversarie che chiudevano il set per 25-21 e il match sul 3-0 in
un'ora e 12 minuti di gioco.

«Non ha funzionato nulla», ha commentato con grande amarezza il capitano Sylla. Lacrime amare nello spogliatoio azzurro: «Questa deve essere - ha detto
Chirichella - una grande esperienza per arrivare in futuro a qualcosa di più grande».
Chiuso il capitolo Olimpiadi, per le azzurre ci saranno solo pochi giorni di vacanza, perché il 18 agosto cominceranno gli Europei tra Serbia, Croazia, Romania e Bulgaria. Nei prossimi giorni si capiranno le intenzioni di Mazzanti sulla squadra da portare. Sicuramente, saranno ore di polemiche. 

Mazzanti, ct Italia: «Avevo detto alle ragazze di staccarsi dai social»

«Alle ragazze avevo detto: "Cercate di staccarvi da tutto quello che vi circonda" perché già di emozioni ne abbiamo tante. La melma quando arriva è melma, al di là di chi te la tira», commenta così la pesante sconfitta con la Serbia il ct dell'Italvolley femminile, Mazzanti. «Questa Olimpiade è stata una palestra tosta per tutti sotto questo punto di vista: per me che ho fatto cinque post in sei anni è più facile staccarmi dai social, forse per loro è un pò più difficile». «Di certo - ha aggiunto - non abbiamo perso per questo».

«Mi dispiace tantissimo per il movimento, che si nutre delle vittorie della Nazionale e delle
emozioni che regala. Ho definito questa Olimpiade un infortunio, come quello che è accaduto a Tamberi prima di Rio. Adesso noi abbiamo il nostro gesso, ma quando ce lo saremo tolto sono convinto che questa squadra saprà regalare grandi emozioni ancora ai tifosi d'Italia», ha continuato l'allenatore azzurro, che ha parlato anche della sua stella, Paola Egonu. «Si è molto concentrata nel fare le cose che servivano alla squadra. Sul perché non è andata come speravamo e non è stata quella che conosciamo, onestamente non lo so io e non lo sa forse neanche lei».

Live pallavolo, Italia-Serbia in diretta alle 10

Ore 11.18 L'Italia saluta le Olimpiadi ai quarti di finale contro la Serbia. Anche il terzo set è appannaggio delle slave che si impongono per 25-21

Ore 11.14 La Serbia vede la semifinale: 22-19 al terzo set contro l'Italia di Mazzanti

Ore 11.13 20-17 per la Serbia

Ore 11.11 Le serbe volano a 19-15

Ore 11.10 Triplo vantaggio Serbia: 17-14 per loro

Ore 11.07 La Serbia mette a segno il quindicesimo punto: è 15-13 per loro

Ore 11.03 L'Italia c'è: 13-9 nel terzo set contro la Serbia

Ore 10.59 L'attacco delle slave va a segno 9-6 per l'Italia

Ore 10.57 Le azzurre si rialzano e con un pallonetto mettono a segno l'8-5

Ore 10.55 Italia avanti per 5-4

Ore 10.54 3-3 tra Italia e Serbia

Ore 10.52 Inizia con un 1-1 il set decisivo

Ore 10.49 C'è solo la Serbia nel secondo set: 25-14 contro le azzurre di Mazzanti

Ore 10.45 L'Italia tocca a muro ed è ancora Serbia: 21-11 

Ore 10.43 Black-out Italia: la Serbia vola a 18-10

Ore 10.40 Ace per le slave: 16-9 contro le azzurre

Ore 10.39 Ristabilite le distanze, è 14-9 per la Serbia

Ore 10.37 Errore a muro della Serbia: 11-8 per loro

Ore 10.31 Bosetti va a segno, 5-2 per la Serbia

Ore 10.28 Egonu attacca fuori, 2-0 per le slave nel secondo set

Ore 10.25 Il primo set è della Serbia, 25-21 contro le azzurre

Ore 10.19 Pietrini la pareggia, 20-20

 

Ore 10.16 Fast vincente per la Serbia, annullato il massimo vantaggio: 17-16 per l'Italia

Ore 10.14 L'Italia è di nuovo avanti, ottimo break delle azzurre: 16-15 per le ragazze di Mazzanti

Ore 10.12 Egonu dalla seconda linea mette giù una palla imprendibile, 14-13 per la Serbia

Ore 10.11 L'opposta della Serbia va a segno, sono 13-11

Ore 10.10 11-11, dopo la diagonale out di Bosetti

Ore 10.07 Pareggia la Serbia con un muro vincente, è 9-9

Ore 10.05 Sorpasso dell'Italia 7-6 per noi

Ore 10.03 Il muro tocca, punto alla Serbia 5-3

Ore 10.02 L'Italia sbaglia la battuta, sono 4-2

Ore 10.01 Muro vincente, siamo 3-1 per le serbe

Ore 10.00 Pronti via, l'Italia scende in campo contro la Serbia

Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA