Tirreno-Adriatico: Alaphilippe vince a Chiusdino, Van Aert resta leader

Giovedì 11 Marzo 2021 di Carlo Gugliotta
Julian Alaphilippe vince a Chiusdino

Finale mozzafiato nella seconda tappa della Tirreno-Adriatico, la Camaiore-Chiusdino di 202 km con un arrivo in leggera salita. Il successo è andato al campione del mondo Julian Alaphilippe, che si è imposto grazie a una volata pazzesca lanciata a 250 metri dall'arrivo. Fino a quel momento il suo compagno di squadra, Joao Almeida, già maglia rosa al Giro d'Italia lo scorso anno, era in testa alla tappa grazie ad un'azione lanciata sulla salita di Poggio alla Croce, la penultima di giornata, insieme a Pavel Sivakov (Ineos-Grenadiers), Simon Yates (Bikexchange) e Mikel Landa (Team Bahrain Victorious). 

Grazie a una volata perfetta, Alaphilippe si è preso il successo su Mathieu Van der Poel, vincitore della Strade Bianche, e Wout Van Aert, che conserva la maglia azzurra di leader della classifica generale. Con questo successo , insieme a quello ottenuto sempre oggi alla Parigi-Nizza con Sam Bennett, la Deceuninck-QuickStep risponde allo strapotere mostrato ieri dalla Jumbo-Visma, offrendo così un segnale importante in vista della Milano-Sanremo. Il campione del mondo in carica ha già vinto la Classicissima nel 2019 e lo scorso anno è arrivato secondo: quest'anno il team potrebbe decidere di puntare su Alaphilippe per un attacco da lontano e sull'irlandese in vista di un arrivo in volata. 

Mentre domani la Tirreno-Adriatico vivrà la sua terza tappa, la Monticiano-Gualdo Tadino di 219 km, l'attenzione è già rivolta in Liguria: in queste ultime ore, infatti, si sta discutendo della possibilità di spostare il traguardo della Classicissima di Primavera, in calendario per il 20 marzo, al fine di non creare assembramenti in via Roma, cuore della località costiera. Il nuovo traguardo potrebbe essere posizionato in Corso Cavallotti, dove si trovava in passato, ma gli organizzatori hanno fatto sapere che questa opzione non è percorribile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA